La vita e i giorni: omaggio a Rita Levi Montalcini

Meglio aggiungere vita ai giorni che non giorni alla vita. (R.L. M.)

Carissimi,

mi ero riproposto di non aggiornare il blog per quattro giorni almeno, di fare una pausa nei pochi giorni di vacanza che mi sono preso insieme ai miei bimbi a cavallo tra 2012 e 2013, probabile che avrebbe fatto bene a me come ai pochi assidui che stanno continuando a seguire il blog anche nei giorni di festività…

La vita, però, come spesso accade, ti porta di fronte a dei bivi differenti da quelli che ti eri immaginato: accade con le opportunità, accade con gli incontri, accade con le occasioni, accade con i dolori e le disgrazie.. accade. Sta a noi poi prendere il controllo e decidere o lasciare che il caso prenda il sopravvento. Accade nelle piccole e nelle grandi cose, la differenza sta nel come le gestiamo, le affrontiamo, le desideriamo o le temiamo noi. Così accade che nel primo giorno di vacanza apprenda della morte di Rita Levi Montalcini e che io decida che l’occasione è troppo importante per lasciarla passare.

Rita Levi Montalcini, nata nel 1909, a Torino, si è spenta a 103 anni… senatrice a vita, premio Nobel per la Medicina nel 1986 (solo 10 donne in tutta la storia l’hanno ricevuto) per la scoperta del NGF fattore che regola la crescita neuronale e che sarà utilissimo, in futuro, per contrastare l’avanzamento delle malattie degenerative.

Il comunicato ANSA sulla sua scomparsa.

Verranno scritte moltissime cose su di lei in questi giorni, quindi non ho alcuna intenzione di scrivere una sua biografia o una ricostruzione delle sue azioni, delle sue innumerevoli scoperte scientifiche o del suo fortissimo impegno sociale e civile, voglio soltanto dire alcuni, pochi, motivi per cui mi pare una figura di riferimento per coloro che dentro e fuori dalle aule universitarie, stanno costruendo il proprio futuro.

1) L’importanza dell’istruzione: “A vent’anni volevo andare in Africa per curare la lebbra. Ci sono andata da vecchia, ma per curare l’analfabetismo, che è molto più grave della lebbra.”

2) La determinazione e l’ottimismo. Per il padre non avrebbe dovuto, in quanto donna, iscriversi all’Università (pur provenendo da famiglia colta e aperta), lei si oppose frontalmente e ottenne di iscriversi a Medicina. Durante le leggi razziali del fascismo fu espulsa dall’Ateneo: “Le leggi razziali del 1938 si sono rivelate la mia fortuna, perché mi hanno obbligata a costruirmi un laboratorio in camera da letto, dove ho cominciato le ricerche che mi hanno in seguito portato alla scoperta dell’NGF (Nerve Growth Factor).”

3) L’impegno, la volontà. “La mia intelligenza? Più che mediocre. I miei unici meriti sono stati impegno e ottimismo.”

4) La tenacia: “L’assenza di complessi psicologici, la tenacia nel seguire la strada che ritenevo giusta, l’abitudine a sottovalutare gli ostacoli – un tratto che ho ereditato da mio padre – mi hanno aiutato enormemente ad affrontare le difficoltà della vita. Ai miei genitori devo anche la tendenza a guardare gli altri con simpatia e senza diffidenza“.

Frasi di Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini su Wikipedia

E’ morta a 103 anni, ha vissuto una vita intensissima e meravigliosa… grazie di tutto Rita…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uomini e donne da ricordare e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La vita e i giorni: omaggio a Rita Levi Montalcini

  1. claudia ha detto:

    “Ho perso un po’ la vista, molto l’udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent’anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente.” Rita Levi Montalcini
    Riposa in pace…

  2. SILVIA ha detto:

    una grande perdita non solo per l’Italia ma per il mondo. Mi hanno molto commosso le parole che ha detto la Hack parlando della Montalcini in un’intervista che ho visto ieri in tv. Speriamo che un po’ di lei sia rimasta in tutti noi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...