Lupo mannaro

 

aaaaaAAAAStrinse la cintura cosí forte e all’improvviso che a Monica la lingua si graffiò sui denti quando un conato violento gliela spinse fuori tra le labbra socchiuse. Lei spalancò gli occhi nel buio, senza capire, perchè stava dormendo rannicchiata come un feto, con la spalla e la tempia appoggiate alla pelle calda del sedile e aveva mormorato appena, nel sonno, sentendo il fruscio sottile del cuoio attorno al collo e poi il dente della fibbia che tintinnava rapido suo buchi. Lui sollevò le gambe, piantandole le ginocchia nella schiena inarcata e strinse ancora, tirando il capo della cintura con tutte e due le mani. A Monica sfuggì un ringhio mentre si graffiava il mento con le unghie, cercando di infilare le dita sotto la cinghia, poi allargò le braccia a croce, annaspando per alzarsi, ma riuscì soltanto a sfiorare il poggiatesta e a piantare i polpastrelli nello specchietto della lunetta parasole abbassata. Allora gemette, piegando le labbra in fuori, roteò i polsi irrigidendo le braccia e rovesciò gli occhi, indietro, fino al bianco, mente il primo morso le lacerava la spalla. Col piede nudo sferrò un calcio contro il cruscotto che le spezzò di netto il mignolo sinistro, ma a quel punto era già morta e non se ne accorse neppure.

aaalupo

Prima Italia berlusconiana, in Tv ci sono le ragazze di Ambra, lungo la via Emilia decine di giovani prostitute vengono uccise. Il modus operandi dell’assassino è davvero particolare e sembra che questo serial killer sia imprendibile. Le vittime portano, inconfondibili, segni di morsi umani. Il commissario Romeo, alle prese con la propria insonnia, deve trovare il modo per catturare un uomo totalmente privo di senso di colpa… Il talento di Carlo Lucarelli già noto al tempo per i romanzi con protagonista il commissario De Luca, ambientati ai tempi del fascismo e quello con protagonista l’antiaeroe Coliandro (successivamente protagonista di serie tv)… qui si rileva nella sua freschezza, nel ritmo, nella capacità di portarci dentro la via Emilia e palpitare … Sperando che il terribile killer faccia qualche errore..

Fa sempre un certo effetto riprendere in mano un libro che hai letto molti anni prima e rileggerlo con la velocità che la se dona lettura consente… Si riparte piano, come fosse una prima lettura, poi le immagini, gli odori, i sapori della prima lettura (o come te la ricordi oggi) riaffiorano e la lettura si velocizza. A volte può accadere che tu sia cambiato come lettore, che i gusti si siano affinati o siano, comunque, diversi, e il libro si rivela una delusione rispetto al ricordo che ne avevi. In questo caso sono quindici anni precisi (tra due mesi) dalla mia prima lettura e la seconda non è stata una delusione, anzi.

lucarelliCarlo Lucarelli è uno dei più noti scrittori italiani. Conduttore e autore televisivo è anche un bravissimo docente di scrittura. Ha insegnato, tra gli altri, per la Scuola di Narrazioni Arturo Bandini: vedi qui.

 

Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...