Pessimi segnali…

 Pessimi-segnali  “Io supponevo che in una sede della Croce Rossa avrei trovato delle crocerossine, ragazze laboriose e volte al bene, pronte a curare il prossimo. Alla peggio immaginavo di trovare dei crocerossini. Tipi altruisti, sempre pronti a prestarti un cerotto.” E invece, nel corso del suo servizio civile, Angelo, il protagonista del romanzo, scopre di essere immerso in una realtà ben diversa: “La verità è che si eccitavano. Erano persone risucchiate dal sangue e dal dolore altrui: ne avevano bisogno.” Un libro (splendido) di qualche anno fa… visto il titolo mi pare adatto a questi tempi. L’autore stesso, Enzo Fileno Carabba, dopo che un altro amico scrittore, Marco Vichi, mi aveva già segnalato il volume, mi spedì il libro e rimasi subito colpito dalla quarta di copertina nella quale campeggia una frase di Valerio Evangelisti (altro scrittore che non ha bisogno di presentazioni) che definisce la scrittura di Carabba come la più notevole del nostro panorama letterario… conoscendo Evangelisti come parco di complimenti di questo livello mi si è accesa la curiosità…

La storia del volume, pubblicato prima in Francia, addirittura nella prestigiosissima Gallimard Noir (perché inizialmente rifiutato dagli editori italiani: qui la storia) mi intriga, la sera stessa … lasciate le letture in sospeso mi dedicai anima e corpo a questo romanzo…che ho riletto adesso con estremo piacere.

La scelta fu azzeccata, anzi, rimasi (e rimango ancora oggi) persino stupito, un romanzo meraviglioso, dalla scrittura lirica in contesto che si muove tra l’ironia, il thriller, il noir e la poesia…

La storia in breve: un giovane, Angelo, viene destinato in uno sconosciuto paese del Valdarno, Torresola, presso la Croce Rossa locale per svolgere il suo servizio civile…, lì incontra personaggi di ogni tipo, si svolge un anno di vita assai diverso da come, all’inizio, aveva immaginato… Angelo si trova proiettato in un mondo che, seppure a pochi chilometri da dove abita gli pare essere completamente diverso, governato da logiche, morali, modalità di relazione e soluzioni per trascorrere il tempo totalmente differenti da quelli ai quali era abituato. Succedono cose strane: un ragazzino, Augusto, rimane gravemente ferito e cade in un buio totale: perde udito, vista, parola… che cosa gli è successo veramente?

Angelo inizia a raggranellare indizi, segnali, intuizioni e nel tentativo di comunicare con Augusto cammina sui crinali della follia…

Da non perdere, davvero da non perdere…

Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...