Commento al n. 20 di Lifelong Lifewide Learning (rivista.edaforum.it), di Deborah Galasso, Valeria Renzini, Giulia Bertini, Maria Lucia Cenciarini, Maria Teresa La Penna, Claudia Di Gennaro

Lifelong Lifewide Learning” è una rivista quadrimestrale che nasce nel Marzo del 2005 all’interno di Edaforum, forum che tratta dell’educazione permanente dell’adulto. Tale periodico è disponibile sia in versione cartacea che online e ha come obiettivo la diffusione della cultura della continua formazione dell’adulto. La rivista viene organizzata in diversi articoli che mettono a confronto diversi aspetti nell’ambito della ricerca educativa. Proprio in relazione al lavoro svolto somministrando interviste sulla lettura possiamo evincere una stretta connessione con il metodo di indagine della rivista in questione che utilizza strumenti di ricerca come pretest, questionari o interviste e osservazione. Nello specifico nel numero 20 della rivista viene affrontato il tema della lettura. Per far ciò vengono presentate alcune ricerche che la trattano e la utilizzano con significati diversi.

La lettura non viene solamente intesa come processo meccanico-cognitivo per comprendere il mondo esterno ma come metodo indispensabile per ridefinire e riprogettare se stessi: influisce sulla capacità di gestire e controllare il proprio futuro e quello degli altri, potenzia la capacità di immaginazione. E’ apertura al possibile.

Il tema della lettura viene affrontato in due diversi ambiti quello scientifico e quello educativo. Alcune ricerche hanno messo in luce cosa succede durante l’apprendimento partendo dai neuroni specchio, i quali consentono la simulazione al lettore di ciò che ha osservato in precedenza. Per dimostrare ciò è stato somministrato a 17 studenti di un 5° Liceo Scientifico un pretest: a 9 di loro è stato consegnato un articolo di un quotidiano riguardante lo stalking, 8 studenti invece hanno ricevuto un articolo inerente una tematica positiva, “la notte dei talenti”. Successivamente è stata proposta la lettura, a tutta la classe, di uno stesso testo riguardante la svalutazione politica dei tempi moderni rispetto al mondo esterno; è emerso che il gruppo che aveva letto l’articolo riguardante lo stalking tendeva ad individuare nel secondo testo in prevalenza gli aspetti negativi, mentre, i ragazzi del secondo gruppo soprattutto gli aspetti positivi. Le risposte analizzate in riferimento al significato, vengono costruite sulla base del rapporto tra parlante e mondo esterno ed è radicato sul modo in cui il soggetto vede il mondo e interagisce con l’ambiente. Esistono diversi modi di costruire un concetto o un pensiero quanti sono i significati che si possono attribuire a quel determinato concetto.

La lettura in ambito educativo è quella cosa che ci permette di costruire il sé, l’identità. L’infanzia gioca un ruolo chiave nel rapporto tra bambino e libro. Infatti la lettura in questa prima fase della vita permette la costruzione iniziale del sé. In ambito scolastico tale attività riveste un ruolo secondario poiché è intesa solamente come processo meccanico di decodifica dei segni. Dalla valutazione internazionale PISA è dimostrato che la lettura incide sulla riuscita scolastica in quanto contribuisce alla formazione di un’attitudine riflessiva e critica e influisce sulla capacità di elaborazione e argomentazione dei dati. Poiché nell’infanzia i bambini non possiedono ancora gli strumenti utili per approcciarsi in modo autonomo alla lettura necessitano della mediazione dell’adulto per poter entrare in contatto con un testo scritto. Una delle attività più importanti per agevolare l’incontro del bambino con il libro è la lettura ad alta voce. Essa è importante perchè riesce a condividere significati, immagini, idee, mette in comunicazione e sollecita l’attenzione, contribuisce alla formazione di un rapporto affettivo con il libro a partire dalla primissima infanzia e  promuove un atteggiamento positivo nei confronti della lettura. E’ opportuno a tal proposito citare il progetto LaAV nato e cresciuto in Italia volto a promuovere questo tipo di lettura come forma di volontariato in diversi luoghi. Si sono voluti indagare attraverso brevi interviste strutturate i tempi di lettura personale, le letture in corso, le esperienze, le conoscenze, le credenze rispetto alla lettura ad alta voce, la percezione di utilità rispetto ad essa, i livelli di notorietà di LaAV per il campione considerato. E’ emerso che la maggior parte dei soggetti intervistati conosce il progetto ma non ha mai partecipato. Il 94% del campione è convinto dell’utilità della lettura ad alta voce poiché serve a condividere il senso di un testo con gli altri, a ricordare meglio, a correggere gli errori, a facilitarne la comprensione mediante il coinvolgimento, a sviluppare le capacità d’ascolto e a promuovere la lettura. Inoltre la trovano utile anche per lo sviluppo personale in quanto aumenta l’autostima ed è un ottimo mezzo per condividere le proprie passioni ed emozioni con gli altri. Coloro che invece si dichiarano contrari a tale progetto si basano sul principio in base al quale la lettura è un’esperienza personale. Tramite tale indagine si può concludere quindi che leggere, sia individualmente che in gruppo, significa molto ed è una pratica che assume un’importanza fondamentale per chi la frequenta come piacere personale o collettivo.

Per quanto riguarda l’adulto invece la lettura permette di comunicare sia con l’ambiente esterno sia con noi stessi costruendo l’identità del proprio sé. In questa fase della vita leggere non è più un momento di pausa dalla realtà quotidiana che assorbe tutte le nostre energie, ma è un modo per ritrovare consapevolezza, ridefinire qualità e limiti ed evadere dalla realtà. Esistono infatti due diversi tipi di lettura, una di tipo funzionale in cui lo scopo è quello di ottenere delle informazioni,  e una di tipo ricreativo in cui predomina la dimensione del piacere rispetto a quella dell’apprendimento. Quest’ultima lettura è chiamata anche sensuale poiché, nonostante provochi un distacco dalla quotidianità, investe tutti i sensi del nostro corpo. La lettura sensuale implica tre livelli: rapimento, rilettura e lavoro di analisi.

Sul tema della lettura dell’adulto è nata la sperimentazione dei laboratori di rilettura del “sè” presso l’Università del Salento, dove la lettura agli altri della proprio autobiografia diventa un modo per ridefinire la propria identità. Il progetto sperimentale diventa credibile solo se il soggetto è capace di riprogettarsi. L’adulto crea un occasione per rileggere dentro sé stessi, ritrovarsi, cercare la propria autobiografia e riprogettarsi anche professionalmente. E’ stato dimostrato infatti tramite una ricerca sostenuta da Clark e Dugdale nel 2008 come la lettura sia correlata con le prospettive di un lavoro futuro. Tale indagine è stata condotta all’interno della realtà carceraria mettendo in risalto come i detenuti attraverso un’assidua dedizione alla lettura abbiano più possibilità, una volta usciti, di trovare lavoro. Sullo stesso tema Mark Taylor, del dipartimento di sociologia dell’università di Oxford , ha svolto una ricerca analizzando le risposte a questionari di persone nate nel 1970, ciò serviva per avere delle informazioni circa le attività extrascolastiche svolte tra i 16 e i 33 anni. Si è dimostrato che le ragazze che si dedicavano maggiormente alla lettura avevano più probabilità di ottenere un lavoro manageriale e diventare professioniste in qualche campo.

Ad oggi la lettura è uno strumento sottovalutato ma contenente in sé un grande potenziale, capace di abbattere tutti i mali che affliggono la società moderna, come il disagio sociale; sarebbe opportuno dunque che le istituzioni incentivassero e rivalutassero il ruolo della lettura nell’ambito dell’educazione del bambino e dell’adulto. Lifelong Lifewide Learning adempie egregiamente a questo compito spronando la propensione alla lettura sulla base dei risultati delle ricerche fatte.

Deborah Galasso.

Valeria Renzini.

Giulia Bertini.

Maria Lucia Cenciarini.

Maria Teresa La Penna.

Claudia Di Gennaro.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I vostri lavori e le vostre recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...