SCHIUMA, di Feridun Zaimoglu

aaaschiuma È morto Farouk, un amico. Con Kemal abbiamo sistemato le cose per il funerale. Farouk era qui da solo, il fratello è arrivato dalla Svezia per occuparsi della sepoltura, anche se era praticamente al verde. Farouk era a marcire all’obitorio già da una settimana, ma la procura voleva assolutamente scoprire la causa della morte. Il fratello e la ex moglie l’hanno visto all’obitorio, sono stati dentro solo mezzo minuto, massimo un minuto, poi sono corsi subito fuori, il fratello ha indicato la mia giacca di pelle viola scuro e ha detto: ecco, guarda, Farouk è così! Poi abbiamo ritirato il certificato di morte e siamo andati dai servizi sociali per la storia della sepoltura. Quegli stronzi hanno pagato le spese, abbiamo riempito le carte e Farouk è stato portato a Berlino due giorni dopo. …


Ertan Ongun racconta la sua storia. Feridun Zaimoglu ha raccolto, con il registratore, la storia di un giovane turco che da una generica ribellione giovanile passa alla tossicodipendenza e allo spaccio. Facciamo conoscenza con una banda veloce in strada e con il coltello, tra prostitute, magnaccia, poliziotti, skinhead… e molto altro. La faccia “cattiva” dell’immigrazione, quella che anzichè avere paura fa paura ai tranquilli cittadini tedeschi. La vita di Ongun, raccontata non senza un po’ di compiacimento, ma priva di orpelli, ci scorre davanti con personaggi improbabili quanto reali, tra riti e azioni barbare e allegre, in mezzo, il sesso, non politicamente corretto, con la tenerezza che compare improvvisa ove parrebbe non ce ne fosse proprio. Un autore turco che vive in Germania Feridun Zaimoglu, che sa bene di cosa parla e cosa racconta ma che non ha avuto timore di confrontarsi direttamente con il racconto di un piccolo gangster turco, nel parlatorio di un carcere, per raccontarci una storia vera, che incolla alla pagina per i ritmi adrenalinici, ma che, insieme, fa riflettere moltissimo sull’energia di vita e sugli stereotipi in cui, spesso, volenti o nolenti, ci troviamo. Non vi aspettate di stare tranquilli, ci sono pagine che metteranno a dura prova il vostro equilibrio… a volte vi verrà da tapparvi gli occhi, come in un film troppo spaventoso…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...