Il grande Gatsby, di Francis Scott Fitzgerald

aaagrande Quand’ero più giovane e indifeso, mio padre mi ha dato un consiglio che ho fatto mio da allora. “Tutte le volte che ti viene da criticare qualcuno” mi ha detto, “ricordati che non tutti a questo mondo hanno avuto i vantaggi che hai avuto tu.”
Non ha detto nient’altro, ma siamo sempre stati insolitamente comunicativi in modo riservato, e capii che intendeva molto più di questo. Di conseguenza, tendo a evitare ogni giudizio, un’abitudine che mi ha fatto incontrare molti tipi curiosi e reso vittima di non pochi inveterati scocciatori. La mente anormale è rapida nell’individuare e attaccarsi a questa qualità quando si rivela in una persona normale, e perciò al college sono stato ingiustamente accusato di essere un politicante perchè ero a conoscenza dei dolori segreti di uomini sconosciuti e sfrenati. Molte confidenze non erano cercate – spesso h finto di dormire, di essere preoccupato, oppure mostravo un’ostile frivolezza quando mi rendevo conto da qualche segno inconfondibile che si profilava all’orizzonte una rivelazione intima; perché le rivelazioni intime dei giovani, almeno nei termini in cui son espresse, tendono a plagiare e sono alterate da evidenti omissioni. Astenersi dal giudicare implica un’infinita speranza. 
(Il Grande Gatsby, di Francis Scott Fitzgerald)

Tutti conoscono questo romanzo, se non altro per le molte riduzioni cinematografiche, celebre quella del 1974, con Robert Redford nel ruolo di Gatsby e Mia Farrow nel ruolo di Daisy (come nel manifesto qui sopra riprodotto) e quello recentissimo con DiCaprio e Carey Mulligan. Gatsby é un personaggio incredibile, affascinante, mondano, che naviga nel lusso, capace di organizzare feste eccessive e stravaganti, e rimane impresso nella memoria. La sua affannosa ricerca dell’eccesso é in realtà il tentativo di ricatturare il proprio passato e l’amore di Daisy. L’ambientazione é quella degli anni Venti, anni in cui lo stesso Fitzgerald, con la moglie Zelda, furono protagonisti dopo l’incredibile successo che arrise allo scrittore ancora molto giovane.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...