Recensione di Michela Capiccioni a “Le 16 competenze di base” (Pensa Multimedia), di Federico Batini, Simone Cini, Andrea Paolini

aaale16comp Partendo dalla definizione di competenza come insieme integrato di conoscenze, abilità, qualità umane si va delineando intorno al soggetto in crescita la costruzione di un’identità strutturata ben precisa, data dal saper fare e dal saper essere istituzionalmente riconosciuto, dall’esigenza di essere un cittadino attivo, partecipe e responsabile. Da qui nasce l’esigenza di precisare quali sono in realtà le competenze utili e necessarie perché ciò avvenga. Cosa sono allora queste 16 competenze di base? E’ il bagaglio formativo, tutte quelle conoscenze che ognuno di noi dovrebbe avere alla fine del proprio percorso studi obbligatorio, che dovrebbe saper utilizzare ed integrare nei processi decisionali della vita quotidiana, renderle funzionali nella risoluzione delle questioni (pratiche e non) legate alla realtà di tutti i giorni.

…La centralità del giovane che apprende costituisce il primo riferimento per ogni azione di orientamento. L’obiettivo prioritario è la sua maturazione in termini di autonomia e responsabilità ai fini dell’acquisizione della competenze chiave per l’esercizio della cittadinanza attiva…

L’idea del volume nasce in seguito alla pubblicazione delle Linee Guida del 27 dicembre 2007 e al Decreto Ministeriale del 22 agosto 2007 che assegna a tutte le scuole di ogni ordine e grado l’obiettivo di far conseguire le sedici competenze di base a tutti gli allievi entro i 16 anni, raccolte in quattro assi storico-culturali:

–       asse dei linguaggi, con l’obiettivo di padroneggiare la lingua italiana, una lingua straniera e avere la capacità di fruire del patrimonio artistico letterario.

–       asse matematico, con l’obiettivo di utilizzare e conoscere le tecniche di calcolo algebrico e matematico, risolvere problemi, analizzare dati e interpretarli anche attraverso supporti informatici.

–       asse scientifico-tecnologico, con l’obiettivo di osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale ed artificiale.

–       asse storico-sociale, con l’obiettivo di comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici, di saper collocare l’esperienza personale in un sistema di regole fondato sul riconoscimento dei diritti costituzionali, a tutela della persona, della collettività, dell’ambiente.

L’esigenza di rendere il sistema di istruzione italiano all’altezza delle esigenze e degli standard europei ha fatto si che si diffondesse l’idea e la volontà di poter cambiare qualcosa. Superare le forti resistenze legate alla prassi delle lezioni frontali, della logica legata ai soli contenuti per andare verso qualcosa di nuovo: responsabilizzare l’allievo e mutare l’apprendimento, avvicinando la scuola alla vita.

Questo manuale è uno strumento utile per insegnanti, tutor, formatori e orientatori in cui troveranno attività, schede, proposte, consigli necessari per insegnare e guidare l’allievo nell’acquisizione delle 16 competenze di base.

Un’ iniziativa editoriale unica e innovativa nel suo genere, una vera e propria rivoluzione che propone un volume completo ed esauriente per l’acquisizione delle 16 competenze di base.

Michela Capiccioni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I vostri lavori e le vostre recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...