I sette capretti

aaasette C’era una volta una capra che allevava da sola i suoi sette piccoli capretti. Essa li amava teneramente, ma le davano molte preoccupazioni, perché erano spesso disubbidienti e sbadati. Inoltre temeva sempre per la loro vita, perché questi piccoli imprudenti pensavano solo a giocare, sgambettando senza tregua ai margini della foresta, là dove si aggirava il loro nemico di sempre ed il più sanguinario: il grande lupo. Un giorno prima di andare nel bosco a cercare freschi germogli d’arboscelli per il pasto della sera, la capra radunò i suoi piccoli per metterli di nuovo in guardia.
– Devo assentarmi per alcune ore, non lasciate entrare nessuno dentro casa. Siate diffidenti perché il lupo è astuto, può falsare la sua voce e mascherare il suo aspetto. Ma voi potrete riconoscerlo a colpo sicuro dalle zampe che sono nere.
– Saremo saggi e prudenti – promisero i capretti – non apriremo la porta a nessuno se non mostrerà le zampe bianche.
La capra se ne partì abbastanza tranquilla. Qualche minuto dopo alcuni colpi furono battuti alla porta. 
– Aprite, aprite miei cari piccoli, è vostra madre che ha dimenticato il suo scialle e le sue cesoie.
– Uuh! Uuh! – dissero scherzosamente i sette capretti – abbiamo riconosciuto la tua brutta voce, brutto diavolo di un lupo e non ti apriremo la porta.
Il lupo se ne andò via umiliato, ma lungo il cammino comperò un pezzetto di zucchero filato che succhio per addolcire la sua voce rauca. Ritornò di soppiatto e da dietro la porta disse con una voce melliflua:
– Aprite miei cari figli, è la vostra mamma che porta dolciumi per voi.

Una storia classica, questa volta, nella collana OQO, splendida, di Logos (disponibile scontata per i lettori di questo blog alla Libreria Leggere, di Arezzo, in viale Cittadini dove è possibile ordinare anche splendidi libri unici d’artista realizzati da Ilaria Gradassi, recentemente approdata alla finale europea di Barcellona con un suo meraviglioso libro fatto a mano “Il treno dei desideri”). La citazione sopra è dalla versione classica, dei Grimm, qui invece ci viene proposta anche una riscrittura di Alonso Tareixa, davvero efficace e splendidamente accompagnata dalle illustrazioni di Teresa Lima (la stessa che ha illustrato anche “Il collezionista di paure” di cui abbiamo già parlato).

Autore: Tareixa Alonso

Illustrazioni: Teresa Lima

Formato: cartonato, 250X240 mm, 40 pagine

Lingua: Italiano

Prezzo: 12.95 euro

ISBN: 9788879409148

Edizione: Logos

Serie: O

Collana: OQO

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...