Ancora un omicidio per omofobia

Purtroppo la situazione non si modifica ancora. Indulgo anche ai particolari di un omicidio così efferato perché i detrattori dei diritti civili per tutti riflettano.

Un giovane di 23 anni ucciso dopo sevizie e torture in Russia.

Un ragazzo di 23 anni è stato torturato e assassinato brutalmente a Volgograd, nella Russia meridionale, perché omosessuale. Mentre le organizzazioni dei diritti umani russe denunciano una recrudescenza dei sentimenti ant-gay, il governo non risponde. Il corpo senza vita del ragazzo è stato trovato venerdì scorso: inequivocabili i segni delle torture e delle violenze, soprattutto nella zona dei genitali, probabilmente con delle bottiglie di birra. La testa è stata fracassata con una pietra e i suoi genitali sono stati mutilati. Due giovani, di 22 e 27 anni, sono stati interrogati ma ancora non vi sono certezze circa i colpevoli.

Intanto un insegnante italiano viene espulso dall’Eritrea perché omosessuale: leggi l’articolo qui.

E tu? DI CHE SESSO SEI? un audiolibro e un e-book per prendere coscienza della propria identità sessuale. Il video di presentazione con la voce di Arianna Gaudio: qui.

L’identità sessuale a scuola, un libro rivolto agli insegnanti: clicca qui.

Comprendere la differenza. Verso una pedagogia dell’identità sessuale. Informazioni qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Appunti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ancora un omicidio per omofobia

  1. Giulia ha detto:

    La ringrazio per riportare e ricordare sempre sul suo blog questi eventi drammatici. Ce n’è un immenso bisogno.

    Giulia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...