Il colloquio di orientamento (per allievi di Napoli, Lucca etc…)- script e video

aaa manuale Si propongono qui, in estrema sintesi, i punti essenziali di un percorso di orientamento svolto attraverso dei colloqui.

Il colloquio è uno degli strumenti principali nell’orientamento. Si tratta di un percorso di relazione duale tra un consulente (orientatore) e un cliente o utente (soggetto in orientamento). L’interazione si svolge in un luogo riservato, senza elementi che possano causare distrazioni e ha, come strumenti principali, la comunicazione verbale e non verbale. Un percorso di orientamento svolto principalmente attraverso colloqui si snoda, classicamente, in 3-5 incontri della durata oscillante tra 40 minuti e un’ora.

Nella fase iniziale, denominata di “accoglienza” occorre stabilire un clima favorevole alla relazione e alla fiducia. Segue la fase in cui si stabilisce un “contratto”, ovvero si indagano le attese del soggetto, i motivi che l’hanno spinto a chiedere orientamento e si negoziano gli obiettivi del percorso, i modi, i tempi, i ruoli e compiti reciproci. Ogni incontro si conclude con il riepilogo di quanto emerso, con gli eventuali “compiti” assegnati per l’incontro successivo, con il “richiamo” dell’appuntamento seguente.

Nel secondo colloquio si ricostruisce la biografia formativa e professionale del soggetto cercando di mettervi ordine (questa attività può essere in parte anticipata nel primo colloquio) anche prendendo degli appunti (dopo aver chiesto autorizzazione al soggetto in orientamento).

Dal terzo colloquio l’obiettivo è quello di chiarire desideri e aspirazioni del soggetto, confrontarle con la situazione attuale, individuare eventuali gap formativi o di altro tipo e le strategie per colmarli.

Un percorso di colloquio si conclude con la definizione (anche nei tempi precisi) di un progetto strutturato in singole azioni, alcune delle quali debbono essere verificate nel corso degli appuntamenti. Risulta, infatti, fondamentale, verificare i livelli di agentività del soggetto (ovvero la sua propensione e capacità di tradurre in azione le proprie intenzioni).

Una formazione completa per orientatori? clicca qui.

Per approfondire il tema del colloquio in orientamento segui il percorso formativo attraverso dei video formativi che Pratika mette a disposizione in modo gratuito: clicca qui per accedere al primo video.

Video 2: il colloquio. L’accoglienza.

Video 3: Iniziare un colloquio

Video 4: la comunicazione

Video 5: l’efficacia, la gestione.

Video 6: terminare…

Video 7: il rapporto esperto/cliente

Video 8: tempi, risultati, compiti

Il MANUALE PER ORIENTATORI in cui un capitolo è interamente dedicato al colloquio: clicca qui per vedere la scheda del volume.

Un tema molto importante è anche quello della formazione degli orientatori. Molte persone, infatti, in assenza di regolamentazione specifica si sono improvvisati orientatori. Risulta invece fondamentale una formazione specifica per svolgere il ruolo professionale in modo serio. Vi sono percorsi formativi con una tradizione notevole e con ottime professionalità tra i docenti e vi sono invece corsi organizzati da strutture prive di esperienza specifica e piuttosto improvvisati.

I corsi qui indicati sono di ottima qualità:

Corsi per orientatori: formazione post-laurea (di primo livello), clicca qui.

Corso sull’orientamento narrativo: clicca qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...