Primo non diffamare, di Luca Bauccio

aaa primo  Ai nostri giorni siamo sommersi dalla diffamazione e dalla disinformazione. Ciascuno di noi è esposto al rischio di un’accusa falsa o di un giudizio offensivo, con effetti a volte gravi. 

Si tratta di un libro che racconta delle storie, delle brutte storie: tante storie di quotidiana diffamazione, una denuncia impietosa contro la falsità, la manipolazione della realtà, ma anche un utile vademecum per opporsi alla disinformazione e alla menzogna, una sorta di manuale di autodifesa per il cittadino. Dal caso Pisapia* sino ai tanti casi di disinformazione e diffamazione collettiva, dal falso scoop del minareto elettrico nella moschea di Milano al giornalista depistatore a libro paga dei servizi segreti, l’autore svela casi, retroscena e segreti di un avvocato da anni impegnato nella difesa dalla parte dei diffamati.

* Come nel caso del candidato sindaco di Milano Giuliano Pisapia. A conclusione del faccia a faccia televisivo su Sky il sindaco uscente Letizia Moratti tenta il tutto per tutto e lancia la sua accusa: Pisapia è stato amnistiato per il reato di furto e l’amnistia non equivale ad una assoluzione. In altri termini, questo era il messaggio, lo sfidante non poteva essere considerato un innocente ma un ladro, salvo per il miracolo di un’amnistia.
Il sindaco, come tutti sanno, si era limitato a riferire – nemmeno correttamente – l’esito del primo grado del giudizio, dimenticandosi di dire cos’era successo nei successivi gradi: Pisapia era stato assolto con formula piena per non aver commesso il fatto. Anche se Pisapia riuscì a dimostrare velocemente l’infondatezza dell’accusa, in molti iniziavano a parlare delle sue frequentazioni, delle cattive abitudini, lui dovette impiegare molto tempo a spiegare e giustificarsi. Pensate a un comune cittadino che non abbia tutti i mezzi per difendersi? Cosa potrebbe accadere?

Anteprima del libro: sfoglia il primo capitolo, clicca qui.

Un appuntamento da non perdere quest’anno quello con il Festival Narrazioni Libera Tutti, a Poggibonsi. L’edizione 2013, organizzata, come sempre, da Nausika in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Poggibonsi si svolgerà nel centro storico i giorni 14 e 15 giugno 2013 e sarà, come di consueto, completamente gratuita. IL programma si trova cliccando su www.narrazioni.it 

Il giorno 15, alle ore 17,00 si terrà la tavola rotonda sui diritti delle minoranze, in particolare il titolo sarà “Stato laico e libertà religiosa“. Moderato dal giornalista Diego D’Ippolito l’incontro vedrà la partecipazione di Luca Bauccio, legale UCOII e fondatore di youreporter, Franco Cardini (uno tra i massimi esperti di storia medievale in Italia), e un rappresentante dell’UCOII Italia. Il programma completo di Narrazioni Libera Tutti 2013 si trova cliccando qui.

ASCOLTA RADIO DIRITTOZERO: CLICCA QUI

Luca Bauccio, 42 anni, avvocato, opera a Milano e si occupa di diritto penale e di diritto dell’informazione. Ha la passione dei diritti umani e da sempre si dedica alla difesa delle minoranze. Ha rappresentato come parte civile la moglie di Abu Omar nel processo contro i suoi sequestratori e difende leader politici che in varie parti del mondo si oppongono ai tiranni. Combatte dalla parte dei diffamati contro lo strapotere dei media, non ama e non è amato dai diffamatori di ogni genere. Legge, scrive, studia e non è in vendita.

Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...