Magma, di Lars Iyer

aaaa a magma“Dove dovremmo andare? Nei momenti di crisi, W. si chiede sempre cosa farebbe Kafka. Cosa farebbe Kafka al posto nostro? Come se ne tirerebbe fuori? Ma il punto è: Kafka non si sarebbe mai trovato al nostro posto; non avrebbe mai commesso i nostri stessi errori. Kafka almeno era un vero europeo, un uomo della vecchia Europa. Un’Europa in crisi, ma pur sempre Europa. E noi? Che cosa significa per noi, l’Europa? Cosa potrebbe mai significare? Siamo smarriti nel bel mezzo dell’Europa, due scimmie, due imbecilli, anche se uno è infinitamente più imbecille dell’altro. Dobbiamo andarcene.

Che accadrebbe se precipitassimo? Sotto di noi c’è un bel dirupo. Ma io e W. non pensiamo mai alla nostra morte o a cose del genere. Sarebbe puro melodramma. Tra l’altro, se morissimo, altri verrebbero a rimpiazzarci. La nostra è una posizione strutturale, ne siamo sempre stati convinti. Siamo solo segni o sindromi di un qualche grande collasso, e le nostre morti non avranno più senso di quelle di una mosca estiva in una stanza vuota.

Un noto blogger che dal proprio blog prende spunto per un romanzo (il titolo originale è, in effetti, lo stesso del blog: clicca qui per visitare il blog di Lars Iyer). Alcool a fiumi, gin soprattutto e considerazioni, riflessioni continue sul senso e il non senso, sul senso e il non senso, sul senso e il non senso… ops… scusate. Un testa a testa al tempo stesso filosofico e demenziale (con la dovuta ironia, l’accostamento non è casuale) tra due accademici britannici di provincia, frustrati nelle ambizioni (per la verità perseguite appena) di carriera, nella consapevolezza di avere basse capacità artistiche, nella coscienza di non avere affatto vite eccezionali. In uno straordinario tour da un convegno all’altro, tra sogni letterari ambiziosi e nuove cadute negli abissi della propria mediocrità (consapevole). Una mediocrità esibita in modo sfacciato, che affligge e diverte i protagonisti e il lettore. Lars si ingozza di cibo spazzatura, legge riviste di gossip di infimo livello, gioca con le app dell’i-phone, W. invece fa del sarcasmo e della propria lieve affermata superiorità rispetto all’amico il proprio marchio distintivo. Kafka è il nume tutelare, il loro esempio, la stella cometa che non si è capaci di seguire e che, solo, si può guardare da lontano.

Traduzione di Belleri Delia.

Trovate il libro scontato per i lettori di questo blog alla Libreria Leggere di Arezzo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...