Nausika seleziona cercatori e cercatrici di storie…(20 borse di studio)

SNABTestata  Clicca qui: Vuoi diventare un cercatore di storie? Guarda il libretto che scaricherai (qui) e poi leggi tutto fino in fondo…

“Ogni mattina mi alzavo con questo stato d’animo. Ora devo trovarmi un lavoro. Facevo colazione, mi mettevo un libro sottobraccio e le matite in tasca e mi avviavo. Giù per le scale, in strada, a volte c’era freddo a volte caldo, a volte c’ era nebbia a volte era sereno. Non aveva mai molta importanza, con un libro sottobraccio, andare in cerca d’un lavoro. Che lavoro, Arturo? Oh oh! Un lavoro per te? Ma ti sei guardato, ragazzo? Un killer di granchi. Un ladro. Che guarda le donne nude nello stanzino dei vestiti. E tu ti aspetti di trovare un lavoro! Che ridere! Eccolo qua, l’idiota col suo grosso libro. Dove diavolo stai andando, Arturo? Perché fai questa strada e non quell’altra? Perché a est e non invece a ovest? Rispondimi, ladro! Chi vuoi che te lo dia un lavoro, porco che sei, chi? Ma c’è un parco dall’altra parte delta città, Arturo. Si chiama Banning Park. È pieno di magnifici eucalipti e di prati verdi. Un gran posto per leggere! Vacci, Arturo. Leggi Nietzsche. Leggi Schopenhauer. Stattene in compagnia dei potenti. Un lavoro? Puah? Vatti a sedere sotto un eucalipto a leggere un libro cercando un lavoro. Eppure qualche volta lo cercavo, un lavoro.”

(John Fante, La strada per Los Angeles, 1930)

Nausika ha dato vita, alcuni anni fa, alla prima Scuola di Narrazioni italiana. Nel panorama nazionale c’erano già moltissime scuole di scrittura, ma nessuna scuola che lavorasse sulle narrazioni a tutto tondo. Come si possono utilizzare le narrazioni per il proprio lavoro? La Scuola di Narrazioni “Arturo Bandini” (il personaggio più celebre del grande scrittore John Fante, un aspirante scrittore che non si arrende di fronte a numerose delusioni) di Nausika voleva rispondere a questo gap di competenze. Se sono un infermiere che lavora in reparti di malati terminali, posso usare la narrazione come strumento di lavoro? Se sono un medico che crede a un approccio olistico, come posso favorire la risignificazione della malattia nei miei pazienti? se sono un manager, come posso raccontare la mia azienda all’esterno e all’interno? e se sono un aspirante romanziere, autore di teatro, esperto di contenuti web (content manager), se sono un insegnante che vuole usare il potere delle storie nella propria didattica e così via… Sono moltissime le professioni che possono giovarsi di un uso competente e consapevole delle narrazioni intese nel loro senso più ampio.

Questa edizione della Scuola di Narrazioni, tuttavia, si svolgerà a Firenze e avrà un tema molto particolare. Al centro del percorso ci saranno il romanzo civile, il reportage narrativo e l’inchiesta sociale. Si tratta dunque di lavorare sulle storie che nessuno racconta, sulle storie i cui protagonisti non “hanno voce”, sulle storie che ci spingono a riflettere, sulle storie che ci interrogano, sulle storie in continuo dialogo fra fiction e realtà, sulle storie totalmente vere ma raccontate con adeguate competenze narrative che le rendano interessanti e coinvolgenti, sulle storie di fiction ma con un valore etico e sociale forte, sulle storie da cercare, da scoprire, da trovare…

Questa edizione della Scuola di Narrazioni ha anche un’altra particolarità: l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze garantirà a tutti coloro che supereranno la selezione una borsa di studio pari al 66% del costo del corso. I selezionati, infatti, dovranno pagare soltanto 1000 euro (rateizzabili) e i restanti 2000 euro saranno coperti dal contributo dell’Ente Cassa. Un’opportunità incredibile.

Come si partecipa alla selezione? Inviando entro il 30 settembre il proprio CV, una lettera di motivazione (in cui si spiega perché si vuole partecipare alla Scuola), una pagina di un proprio scritto di qualsiasi tipo (può essere un raccontino, una lettera, una pagina di romanzo, un articolo, un brano di un testo teatrale…). In caso di incertezza sui soggetti da selezionare vi sarà anche una selezione in presenza (colloquio) che si terrà nell’ultima settimana di settembre o nella prima di ottobre.

Maggiori informazioni su http://www.narrazioni.it

Domande a: info@narrazioni.it

Candidature: direzione@narrazioni.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...