Dopo Guido Barilla

Una cosa sola mi è piaciuta di tutta la questione legata alla vicenda, che sfiorerebbe il ridicolo, legata alle dichiarazioni di Guido Barilla, ed è contenuta nell’orribile (della serie quando “la toppa è peggio del buco”) video di scuse… che per tutto il resto è assolutamente fallimentare (un po’ di studio di storytelling marketing sarebbe auspicabile per gli uomini marketing della Barilla) ed è la frase che fanno dire a Guido Barilla: ho capito che sulle nuove famiglie… ho ancora molto da imparare.

Propongo a Guido Barilla di sostenere una grande ricerca per comprendere l’evoluzione dei costumi e degli affetti degli italiani, per conoscere le nuove famiglie.

Credo che questa frase debba essere detta da molti: dai nostri imprenditori, quasi tutti, dai nostri politici (tutti), dai nostri professori, da me, da voi che state leggendo. C’è bisogno di imparare, c’è bisogno di imparare, ripetetelo come un mantra… imparare gli uni dagli altri, imparare dalla vita, da ciò che succede a noi, agli altri, in giro…

Un buon modo per imparare, uno tra i tanti, è quello di riscoprire storie significative. Ho scritto un paio di mesi fa, pubblicato l’altro giorno, un articolo per La ricerca della Loescher sulla vicenda del grandissimo (clicca) ALAN TURING, mi permetto di invitarvi a leggerla.

Questa voce è stata pubblicata in Appunti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...