PAS: le microprogettazioni degli abilitandi

Micro-progettazione di lezioni effettuate da allievi PAS – Università di Perugia, maggio 2014

Disciplina: M/PED04 – Progettazione e valutazione per competenze

Docente: Federico Batini (Università di Perugia)

Nell’ambito delle lezioni di “Progettazione e valutazione per competenze” il gruppo di docenti PAS ha svolto un’esercitazione tesa a proporre un’attività di microprogettazione di una lezione per competenze sulla base di uno schema proposto dal docente Federico Batini. Lo schema didattico costituisce una rielaborazione di uno schema analogo proposto dal prof. Roberto Trinchero per la progettazione di una lezione. I gruppi di docenti sono costituiti per area disciplinare e quelle che vengono presentate sono le loro progettazioni proposte in estrema sintesi.

 Lo schema didattico proposto, sulla base del quale i gruppi di insegnanti abilitando hanno lavorato è il seguente:

  •  Attività ingenua (gli allievi la realizzano indipendentemente dalle loro conoscenze e competenze sull’argomento, anche sulla base della loro semplice immaginazione/intuizione).
  • Socializzazione delle attività
  • Valorizzazione del positivo in ogni attività condivisa da parte del docente
  • Integrazione eventuale, ove necessario
  • Nuova attività (identica alla precedente ma senza averla a disposizione)
  • Nuova socializzazione
  • Valorizzazione del positivo da parte dell’insegnante che si servirà di questo step per ribadire, attraverso la valorizzazione dei punti differenti delle nuove attività proposte per ri-puntualizzare i punti fondamentali dell’argomento, competenza obiettivo, contenuto…
  • Confronto individuale tra prima e seconda attività per evidenziazione dell’apprendimento.
  • Discussione finale

Le progettazioni degli insegnanti

Gruppo A033 Educazione Tecnica scuola secondaria di primo grado

Abbiamo deciso di svolgere un’attività legata alla personalizzazione dell’aula.

1) Ogni alunno disegna la pianta dell’aula con righello e foglio a quadretti

2) “La galleria dei progetti”: vengono esposte tutte le ipotesi, gli elaborati grafici vengono appesi e ognuno presenta il proprio elaborato

3) L’insegnante valorizza le proporzioni, le idee originali, ad ognuno viene messo in evidenza qualcosa di positivo

4) L’insegnante introduce il concetto di scala e di proporzione utilizzando la LIM e facendo provare gli alunni ad inserire le sagome in modo proporzionato, usando lo sfondo quadrettato.

5) Rilievo a gruppi in modo che ci sia però il contributo di ciascuno per rilevare arredi, banchi, dimensioni….

6) Adesso gli alunni riprendono il lavoro ed effettuano una progettazione in scala

7) Si evidenziano gli aspetti positvi dei nuovi elaborati e si evidenziano eventuali problemi relativi alle norme di sicurezza, all’illuminazione, le distanze etc…

8) In conclusione controllo e confronto tra le due attività … evidenziando le differenze, gli apprendimenti…

Gruppo A050 Lettere scuola secondaria di II grado

Ci rivolgiamo agli studenti del biennio.

L’unità si intitola: “In cerca di un eroe”

1)   Chi è un eroe? Ragazzi e ragazze svolgono individualmente un’attività di definizione delle caratteristiche degli eroi (secondo loro) e di esempi di eroi.

2)   Socializzazione e valorizzazione delle attività individuali

3)   Gli esempi di eroi proposti vengono rappresentati in una mappa

4)   Discussione sulle caratteristiche degli eroi che emergono dalla mappa.

5)   Attività di gruppo: analisi delle caratteristiche dell’eroe…: quali sono le caratteristiche che definiscono un eroe? Obiettivo del gruppo è quello di arrivare ad una definizione.

6)   Si presenta un’integrazione attraverso la lettura di brani di eroi classici e non:Achille – Ulisse – Orlando…; o di eroi e antieroi moderni: Zeno Cosini, Il Barone Rampante, i detective di autori contemporanei…etc.. ma anche esempi e letture che riguardino almeno alcuni degli eroi proposti dai ragazzi medesimi.

7)   Dopo lo stimolo delle letture effettuate ogni gruppo ricompone un testo che definisca un eroe…

8)   Messa in comune delle composizioni prodotte … condivisione e scambio

9)   Sottolineature degli aspetti positivi di ogni lavoro

10)  Confronto tra attività iniziale e attività finale mettendo in evidenza le diverse definizioni e i diversi concetti di eroe… e come lo stesso è maturato in ciascuno.

11) Successivamente si possono sollecitare gli allievi a svolgere, in aula, attività di autoanalisi individuando, a partire dalle definizioni condivise, episodi “eroici” nella propria vita.

Gruppo…. A033 (2) Educazione tecnica

L’unità è tesa a fornire le competenze utili all’individuazione di possibili sprechi di energia all’interno della scuola.

Tema: la produzione energetica, le fonti di energia

1) Si formano gruppi di 3 o 4 alunni che analizzeranno gli ambienti scolastici per individuare eventuali sprechi di energia… (ogni gruppo visita gli stessi ambienti).

2) Esposizione (un relatore/relatrice per gruppo, mentre un altro/a trascrive sulla lavagna o sulla LIM ciò che è stato rilevato attraverso uno schema predisposto in cui sono presenti soltanto i locali visitati – elenco).

3) Evidenziazione aspetti positivi… sia quelli più importanti che meno

4) Integrazione da parte dell’insegnante di ciò che non è emerso…

5) Definizione dei concetti chiave…a partire dai lavori svolti dai gruppi e acquisizione della terminologia specifica

6) Viene prodotta una scheda cartacea che deve emergere da loro dopo definizione concetti chiave

7) Nuova visita locali…

8) Nuova socializzazione sintetica

9) Nuova evidenziazione positiva

10) Nuova integrazione (se necessaria).

11) Confronto tra prima e seconda attività… riflessione metacognitiva così da acquisire consapevolezza del proprio apprendimento…(in totale autonomia, dunque con retroazioni sull’autostima…)

12) In un secondo momento verrà costruita, sulla base dell’esperienza svolta una nuova scheda di rilevazione da compilare singolarmente per ripetere lo stesso tipo di rilevazione nella propria abitazione.

A059 Matematica e scienze nelle scuole secondarie di primo grado

Unità: conoscenza dei terremoti e sapersi comportare correttamente in caso di terremoto

1) Viene chiesto ai ragazzi di scrivere tutto quello che sanno riguardo ai terremoti

2) Esposizione di quello che ciascuno ha scritto

3) Si evidenzia il positivo…sia per quanto concerne il linguaggio, sia per quanto riguarda i contenuti, …

4) Vengono fissate le definizioni corrette dal punto di vista scientifico e per quanto concerne la terminologia

5) Si propone la visione di un documentario sul tema

6) Si formano gruppi che in classe, dopo aver raccolto materiale anche a casa, preparino presentazioni rielaborando il materiale raccolto e quanto già detto in aula

7) Presentazione degli elaborati dei gruppi

8) Evidenziazione positivo

9) Confronto tra prima e seconda attività…

10) Costruzione collettiva di un testo introduttivo e di elenco dei comportamenti adeguati.

A033 Educazione Tecnica

Unità: come ottenere un risparmio energetico nella propria abitazione, come si può risparmiare con comportamenti e soluzioni tecnologiche.

1)   Attività ingenua: ciascuno redige un elenco di una serie di comportamenti o di modifiche da effettuare in casa per risparmiare energia;

2)   Condivisione delle produzioni;

3)   Si evidenziano le cose migliori dette da ogni ragazzo;

4)   Al momento dell’integrazione si integrerà ciò che non c’è… riempiendo eventuali vuoti, rettificando ….eventuali confusioni (esempio: pannello solare/fotovoltaico);

5)   Uso di elementi visivi mediante la LIM per l’integrazione ulteriore

6)   Nuova attività: rifare ipotesi sul risparmio energetico usando i nuovi strumenti e le nuove informazioni che si sono acquisite;

7)   Socializzazione: si appendono i lavori che i ragazzi hanno svolto evidenziandone gli aspetti positivi;

8)   Si confrontano le due dimensioni (comportamenti e tecnologia) e le loro differenze tra prova iniziale e prova finale.

9)   Si redigono due elenchi finali che si condivideranno a casa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I vostri lavori e le vostre recensioni, TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...