Bocciare non serve, anzi è inutile e dannoso (approfondimento OCSE).

Uscito un approfondimento OCSE (sui dati 2012) davvero interessante. Gli analisti OCSE, incrociando una serie di dati hanno dimostrato, numeri alla mano, come bocciare inneschi una spirale assolutamente negativa: demotiva, etichetta come soggetto dal rendimento negativo, scoraggia rispetto alle proprie possibilità… e rappresenta un costo economico rilevante sia per lo Stato che per il nucleo di provenienza del ragazzo/a.

Quando nei seminari per insegnanti che faccio spesso, in giro per l’Italia, racconto di altri sistemi di istruzione in cui non è prevista la bocciatura … accade sempre una cosa… il gruppo (grande o piccolo che sia) che ho di fronte, si divide… chi sospira sollevato e chi, invece, aggrotta lo sguardo e si perplime, oppure sbotta, sbraita e rivendica il sacrosanto diritto di bocciare. Occorre che prenda posizione: pur nel rispetto di tutti, compresi questi secondi, non riesco a trovare senso nel loro rivendicare il diritto di fermare il percorso di un ragazzo/a. In altri paesi si evidenziano, all’inizio del percorso, gli obiettivi di apprendimento, si contratta con i ragazzi un percorso e poi ci si da continui feedback, sino all’obiettivo di portare tutti al successo formativo. Non sarebbe una brutta cosa che ciascun ragazzo/a assumesse anche come proprio obiettivo, quello di far sì che anche il compagno, la compagna apprenda… E, diranno le anime belle, se uno poi non ce la fa? Be’ l’insegnante avrà modo di convocare il ragazzo/a (non i genitori, … poi raccomandiamo ai ragazzi di essere autonomi e responsabili e qualsiasi cosa facciano… chiamiamo i genitori?) e di confrontarsi con lui. Giovanni, come mai siamo arrivati qui e non dove ci eravamo proposti? Anzi per prima cosa si assicura che Giovanni abbia chiaro a che punto è… se ne conosce i motivi, se c’è qualcosa che si può fare per aiutarlo a raggiungere i propri obiettivi e quelli concordati e che cosa ha intenzione di fare lui. E se lui si rifiuta? Ma non avrà già la sua “punizione” (che poi tutta questa mania di punire…) nel non aver appreso? nell’avere strumenti in meno? Se nemmeno noi crediamo che l’apprendimento costituisca un premio e una fortuna tangibilissimi… forse abbiamo sbagliato mestiere?

Ripetere non serve e costa troppo (Corriere.it)

Bocciare è dannoso (Radio24Ore)

Bocciare è inutile e dannoso (Repubblica).

Spunti… per insegnare meglio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...