On line il numero 24 di Lifelong Lifewide Learning

clicca qui per andare al numero 24 della Rivista

Editoriale

di Paolo Sciclone

L’articolo 4 della Legge 92/2012, la successiva Intesa in sede di Conferenza Unificata del 20 dicembre 2012 e l’Accordo approvato, sempre in sede di Conferenza Unificata, il 10 luglio 2014 sono atti basilari per il nostro Paese perché finalmente riconoscono il diritto dei cittadini all’apprendimento permanente.
E quindi affermano implicitamente l’importanza della conoscenza per il ben-essere di uno Stato e dei suoi abitanti, superando la concezione che solo l’età giovanile può essere dedicata ed è adatta per l’acquisizione delle competenze necessarie a partecipare alla vita sociale e politica ed a contribuire allo sviluppo economico, scientifico, culturale del Paese.
Ci siamo arrivati tardi, rispetto all’Europa.
Da decenni ricerche e saggi testimoniano l’arretratezza educativa e culturale della nostra popolazione denunciando i pericoli che ne derivano su molteplici fronti: dal lavoro alla democrazia, dall’ambiente alla salute, dal modo di pensare al modo di comportarsi, ……, ma il tornaconto o la miopia dei governanti e l’accondiscendenza o l’ignoranza dei governati hanno contenuto in ambiti ristretti, quasi utopici, gli sforzi di studiosi e di organismi volti a portare ad un’evidenza generale e diffusa la problematicità delle nostre strutture e delle nostre modalità educative e la mancanza di un sistema integrato di conoscenze, competenze ed abilità.

NOTA di PRESENTAZIONE.
di Federico Batini e Giovanna Del Gobbo
Questo numero di LLL, vista la rilevanza socio-politica del tema trattato e la sua multidimensionalità, si caratterizza per la presenza di contributi significativi di stakeholder che, a vario titolo, sono coinvolti nel dibattito che la Legge 92/2012 ha aperto. Con l’auspicio di contribuire ad un confronto e offrire prospettive complementari di lettura e interpretazione del problema dell’apprendimento permanente, la Direzione della Rivista e l’editore EdaForum hanno deciso di invitare rappresentanti delle istituzioni e del mondo del lavoro a dare il proprio contributo. In tal senso, sono presenti in questo numero alcuni articoli ‘ad invito’ che, riteniamo, possano contribuire in modo significativo al dibattito richiamato. Sono inoltre presenti contributi di ricerca che hanno superato il referaggio come da procedura prevista dalla Rivista.

on line si trovano tutti i precedenti 23 numeri (link in basso a destra in home page) e la call per il prossimo numero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...