Esperimenti scientifici raccontati. II lezione TFA (05/03/2015 aree scientifiche e 06/03/2015 aree umanistiche) 1/3

Salve e grazie per le due belle giornate di formazione condotte insieme ai due gruppi di futuri insegnanti.

In entrambi i gruppi siamo partiti dal leggere un esperimento psicologico raccontato da Carlo Lucarelli (i racconti sono raccolti in Strane storie– Skira edizioni). A questo link potete trovare lo stesso Carlo Lucarelli che presenta il volume in cui raccoglie storie reali ma così particolari da superare qualsiasi vetta di fantasia. Esperimenti scientifici molto forti e altre vicende quasi irreali… (le storie erano inizialmente raccontate a Radio DJ in una trasmissione radiofonica, “Di Giallo”, dallo stesso Lucarelli partendo dalle storie particolari accadute a musicisti rock… poi la trasmissione è proseguita con le storie che “quando le racconti ti sembrano incredibili” ma sono realmente accadute). Ecco il link: video.

In un caso abbiamo letto “l’esperimento carcerario di Stanford” di Philip Zimbardo, diventato famoso per l’effetto dimostrato: l'”Effetto Lucifero”. Forse questo è il più celebre esperimento di psicologia sociale sulla “spersonalizzazione”.

Zimbardo voleva dimostrare che il ruolo e il potere, distribuito in un gruppo, fanno sì che le persone facciano azioni che da soli e senza potere e ruolo e un gruppo di appartenenza non avrebbero mai fatto. Lo stesso Zimbardo ammise che si era accorto della propria trasformazione (egli interpretava il ruolo di direttore del carcere).

Cliccate qui per vedere un video che riassume molto bene l’esperimento e il suo significato. Il video (piacevole e ben costruito, con un livello di tensione molto alto) si può utilizzare tranquillamente in ambito didattico per riflettere sulla relazione tra morale individuale e di gruppo, tra comportamenti individuali e modificazione degli stessi in relazione al potere che, a un soggetto, viene attribuito.

Il libro di P. Zimbardo, la traduzione italiana, clicca qui. (Effetto Lucifero. Cattivi si diventa?).

Intervista a Philip Zimbardo: clicca qui.

Nell’altro gruppo abbiamo invece letto il racconto, narrato da Carlo Lucarelli anche in questo caso, dell’esperimento scientifico di Stanley Milgram sull’obbedienza all’autorità.

Persone normali, che fanno il loro lavoro e senza alcuna particolare ostilità nei confronti delle vittime, possono diventare terribili parti attive in un processo di distruzione: anche quando gli effetti si rivelano in tutta la loro gravità, poche persone hanno le risorse necessarie per resistere ad una autorità” (Milgram, 1974).

In questo video trovate il racconto dell’esperimento e la ripetizione dello stesso: clicca qui.

Un approfondimento sugli studi di Milgram si può trovare qui.

Le riflessioni, spero utili, che questi esperimenti scientifici ed altri possono aiutare a stimolare sono in relazione agli strumenti che ciascun allievo deve sviluppare, nel contesto scolastico. Strumenti di analisi, autoriflessione, strumenti di sviluppo, di crescita, di pensiero critico, riflessività…: per essere meno sensibile ai condizionamenti e più attento alle dinamiche che possono svilupparsi in un gruppo, senza sentirsi immune (e vale, ovviamente, anche per gli insegnanti) dalle conseguenze dell’assunzione di un ruolo, di un potere, dell’appartenenza a un gruppo o a una folla.

La riflessione più generale va, invece, in direzione dell’utilità che la ricerca può rivestire rispetto al sistema dell’istruzione e allo sviluppo della professionalità docente … cercando di dare un piccolo stimolo in direzione di un nuovo dialogo tra scuola e ricerca.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Esperimenti scientifici raccontati. II lezione TFA (05/03/2015 aree scientifiche e 06/03/2015 aree umanistiche) 1/3

  1. Roberto ha detto:

    Buongiorno professore, sono uno studente TFA area scientifica. Molto interessante il video riguardo l’esperimento del professor Zimbardo e visto che in aula è stato trattato l’argomento sull’esperimento della terza onda volevo segnalare il film del 2008 diretto da Dennis Gansel, intitolato l’onda (Die Welle) come ulteriore spunto di riflessione.

  2. Pingback: “Last” lecture TFA (post conclusivo) 2014/2015 | Federico Batini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...