La valutazione. II lezione TFA 05/03/15 e 06/03/15 3/3

Molto importante conoscere i riferimenti normativi relativi alla valutazione. Tra i più importanti vi sono:

* DPR n. 122 del 22.06.2009

Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia (clicca sul titolo per scaricare il DPR).

  * DPR n. 87-88-89 del 15.03.2010

  Riforma del 2° ciclo di istruzione: le Linee Guida e le Indicazioni nazionali per gli Istituti Professionali, Tecnici e Licei (clicca sul titolo per scaricare il DPR)

  * Lettera del Ministro del 16.11.2012

 Regolamento recante Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione (a norma dell’art. 1, c.4 del DPR n. 89 del 30 marzo 2009) (clicca sul titolo per scaricare la GU).

Rapporto italiano di referenziazione delle qualifiche al quadro europeo (EQF), fondamentale (clicca sul titolo per scaricare).

Lessico:

«apprendimento permanente»: qualsiasi attività intrapresa dalla persona in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita, al fine di migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva di crescita personale, civica, sociale e occupazionale;

 «apprendimento formale»: apprendimento che si attua nel sistema di istruzione e formazione e nelle università e istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, e che si conclude con il conseguimento di un titolo di studio o di una qualifica o diploma professionale, conseguiti anche in apprendistato, o di una certificazione riconosciuta, nel rispetto della legislazione vigente in materia di ordinamenti scolastici e universitari;

«apprendimento non formale»: apprendimento caratterizzato da una scelta intenzionale della persona, che si realizza al di fuori dei sistemi indicati alla lettera b), in ogni organismo che persegua scopi educativi e formativi, anche del volontariato, del servizio civile nazionale e del privato sociale e nelle imprese;

«apprendimento informale»: apprendimento che, anche a prescindere da una scelta intenzionale, si realizza nello svolgimento, da parte di ogni persona, di attività nelle situazioni di vita quotidiana e nelle interazioni che in essa hanno luogo, nell’ambito del contesto di lavoro, familiare e del tempo libero;

«competenza»: comprovata capacità di utilizzare, in situazioni di lavoro, di studio o nello sviluppo professionale e personale, un insieme strutturato di conoscenze e di abilità acquisite nei contesti di apprendimento formale, non formale o informale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La valutazione. II lezione TFA 05/03/15 e 06/03/15 3/3

  1. Pingback: “Last” lecture TFA (post conclusivo) 2014/2015 | Federico Batini

  2. Pingback: Dopo il seminario di Falconara e il convegno di Loreto | Federico Batini

  3. Pingback: I primi due incontri a Marsciano | Federico Batini

  4. Pingback: Dopo il seminario Loescher a Pescara del 28/04/2016 | Federico Batini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...