Correzioni in corso… , criteri, indicazioni… (Unipg: pedagogia sperimentale e metodologia della ricerca educativa per SFP, STPPM, SE).

lavori in corso-1

SI PREGA DI LEGGERE CON LA MASSIMA ATTENZIONE E DI DIFFONDERE TRA I COLLEGHI.

Stiamo correggendo i vostri lavori: recensioni, relazioni, approfondimenti, interviste… e chi più ne ha più ne metta. Non fa fede il file che state visualizzando adesso su google drive. Aggiorniamo quando siamo pronti o quasi… abbiate fede! [Vi preghiamo di avere un po’ di pazienza… abbiamo ricevuto una media di 200 mail al giorno ciascuno – io e Giulia – dal 20 al 29 maggio ed è impossibile correggere se continuiamo a rispondere a chi ci chiede perché ancora non visualizza il proprio voto, a chi ci chiede se abbiamo ricevuto questo o quello etc… ]. Appena il file con tutte le valutazioni sarà pronto lo condivideremo su google drive aggiornato. Attenzione i punti relativi alle prove di auto-analisi e relativi gruppi di discussione saranno aggiornati la mattina del 03 stesso (presto). Vi preghiamo di avere pazienza. Se ci fossero problemi verranno risolti, cercate di comprendere la quantità di prove e di mail che abbiamo ricevuto e … armatevi di pazienza. Alcuni colleghi non inserendo i propri dati hanno deciso di rendere più complesso il tutto… una vera caccia al tesoro a incrocio…

Per il 03 alle 11,00 speriamo sia “quasi” tutto a posto…

Mercoledì la verbalizzazione vera e propria avrà inizio alle 11,00, prima alle 09,30 ci sarà lo scritto per chi non ha preso la sufficienza.

Gli studenti lavoratori che debbono sostenere gli esami orali si presenteranno alle 09,00 e parteciperanno allo scritto prima di sostenere l’esame orale.

La verbalizzazione avverrà con questo ordine:

– ore 11,00: scienze della formazione primaria

– ore 13,00: scienze e tecniche psicologiche e dei processi mentali

– ore 14,00: scienze dell’educazione.

Alle 16,30 si concluderà l’appello.

Per chi non potrà essere presente il 03 ovviamente valgono le date successive del 29 giugno e del 13 luglio (ovviamente se ha comunque consegnato tutte le prove entro il 29/30 maggio). Ricordo di iscriversi per tempo sul SOL anche per gli appelli successivi.

Dalle 11 secondo gli orari indicati si formeranno i gruppi  dello stesso corso. Raccoglierete i libretti in modo da preparare i verbali e poi entrerete in gruppi per la verbalizzazione vera e propria.

Studentesse e studenti di scienze della formazione primaria verbalizzeranno insieme corso e laboratorio di pedagogia sperimentale.

Indicazioni e criteri utilizzati per la valutazione.

Abbiamo cercato di rispettare in modo accurato le indicazioni condivise (si veda l’ultima versione delle prove ridotte nel post “Buone nuove…”) per valutare con correttezza e secondo i criteri condivisi.

Per i questionari non è stata valutata l’effettiva compilazione successiva dei test per non togliere punti a oltre la metà di voi. Se però non sono giunti nemmeno i 3/4 dei questionari il punteggio è stato diminuito a 0,5. Chi trova 0 punti significa che ha inviato meno della metà dei questionari ridotti (e la maggior parte senza effettuare il test successivo).

Per le recensioni il punteggio pieno automatico (1 punto) è stato dato a tutte le recensioni sopra la “decenza”. A quelle che non consentivano nemmeno di comprendere se il testo fosse stato letto o meno o che non rispettavano i parametri forniti (poche righe, osservazioni generiche, italiano poco corretto, forma inadeguata, non rispetto del format condiviso con i contenuti minimi) è stato attribuito metà del punteggio (0,5).

 Il punteggio aggiuntivo per la pubblicazione su un sito (nessuno ha optato per la rivista specifica di area educativa specialistica) è stato assegnato soltanto a quei siti che effettuavano una reale valutazione per quanto leggera (non accettazione o semplice revisione), agli altri è stato attribuito il punteggio aggiuntivo ma di 0,5 (amazon, ibs e simili…). In casi come sololibri.net il punteggio aggiuntivo pieno (1 punto) è stato attribuito alla prima recensione mentre gli altri, che sono classificati come commenti e inseribili individualmente, hanno ottenuto metà punteggio (0,5).

In modo simile si è proceduto con le interviste che hanno ottenuto il punteggio pieno (2 punti) soltanto se rispettavano le aree di interesse indicate e/o comunque erano di una durata minima (e non un’ora come indicato, ma nemmeno 4o minuti… abbiamo abbassato di molto la soglia…). Chi comunque ha effettuato interviste che trascritte e cronometrate duravano pochi minuti e non rispettavano i criteri condivisi in aula, nonché le aree di interesse ha ricevuto, comunque 1 punto per il solo aver tentato di effettuare la prova.

Chi trova assegnati i 3 punti ha ricevuto una valutazione eccezionale per le proprie interviste o ha tentato una bozza di analisi e ha ricevuto un punto premiale (il punto discrezionale).

Per le valutazioni reciproche abbiamo rispettato i punteggi da voi assegnati.

Per i lavori di gruppo facoltativi (come i gruppi relativi agli strumenti di autoanalisi) il punteggio è pieno laddove ci sia materiale sufficiente per attribuire un punto ciascuno, negli altri casi è stato assegnato 0,5. Sicuramente si è abusato, in alcuni casi, di questa modalità.

Si ricorda che le prove di autoanalisi e relativi gruppi saranno gli ultimi a essere inseriti come punteggi.

Qualche piccola riflessione: l’idea di un percorso con prove in itinere, era di riuscire a fornirvi indicazioni di monitoraggio degli apprendimenti durante il corso. Chiaramente questo è stato impossibile per tutti coloro che hanno concentrato le proprie prove nel periodo successivo alla conclusione del corso. In questo caso la valutazione, nonostante tutti gli sforzi fatti, è divenuta quasi sommativa. Chi invece ha iniziato a consegnare le prove da subito dopo la presentazione (11 marzo) e ha interpretato il percorso come qualcosa da fare in itinere, ha potuto ricevere feedback individuali e anche migliorare il proprio percorso nelle prove successive.

Chi ha effettuato molte prove facoltative e gruppi relativi rifletta comunque, al di là del punteggio che gli verrà attribuito, sulle competenze acquisite nel corso. Impiegare più tempo per fare bene le prove obbligatorie poteva essere forse una scelta migliore che … cimentarsi con troppe prove facoltative che ovviamente dovevano servire a chi avesse da tempo terminato le prove obbligatorie e volesse aggiungere qualcosa alla propria formazione (e di conseguenza al proprio punteggio). Ho compreso che, purtroppo, in alcuni casi le prove facoltative sono state invece interpretate come “bancomat” di punti.

Gli scritti sono stati disponibili dal 13 di maggio a ricevimento e chi ha avuto bisogno di chiarimenti ha potuto riceverli sia in presenza sia a mezzo mail (con dettaglio individuale degli errori e indicazioni circa la valutazione ricevuta). A questo punto nel giorno della verbalizzazione non ci sarà tempo per tornare a visionare quelli (che rimangono però disponibili per 10 anni in Dipartimento).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Metodologia della ricerca in educazione, Pedagogia sperimentale, Programmi corsi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...