Bando per Borsa di Ricerca sui Neet

Università degli Studi di Perugia

Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione

D.D. n. 39/2015 del 07.08.2015

 

Il Direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione

 

Visto il Regolamento di Ateneo per il conferimento di Borse di studio per la ricerca e la formazione avanzata, emanato con D.R.n. 1527 del 5/7/2005 e modificato con D.R. n.2922 del 12/11/2005;

Visto l’art.13 del sopra citato Regolamento;

Visto l’art. 18, comma 5), lettera f. della L. n. 240/2010, così come modificato dall’art.49 del D.L. n. 5 del 9/2/2012, convertito con L. n.35 del 4/4/2012, ai sensi del quale la partecipazione a gruppi di ricerca è consentita anche a titolari di borse di studio e di ricerca, banditi sulla base di specifiche convenzioni e senza oneri finanziari per l’Ateneo;

VISTA la richiesta presentata dal prof. Federico Batini il 28/7/2015 concernente l’istituzione di n. 1 borsa di studio interamente finanziata per svolgere attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione;

 VISTA la Convenzione stipulata e sottoscritta in data 08.07.2015 tra l’Associazione L’Altra Città e il Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione, finalizzata alla erogazione di una borsa di studio tesa a sviluppare le azioni di ricerca e monitoraggio all’interno del progetto NO NEET

VISTO che la copertura finanziaria della borsa graverà sui fondi del bilancio dipartimentale, di cui è responsabile il prof. Federico Batini, in relazione al progetto dal titolo “NO NEET”, di cui il prof. Federico Batini è Responsabile Scientifico; 

CONSIDERATO che il presente decreto verrà portato alla ratifica del primo Consiglio di Dipartimento utile;

DECRETA

l’emissione del seguente bando di concorso:

Art. 1

È indetta una selezione, per titoli e colloquio, per l’attribuzione di n. 1 borsa di studio per attività di ricerca della durata di n. 12 mesi, di € 14.400,00 (quattordicimilaquattrocento/00), per lo svolgimento di attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione; 

AREA: 11 – M-PED/04

Responsabile Scientifico: Prof. Federico Batini 

TITOLO: “NO NEET: modellizzazione di strumenti e percorsi per la riattivazione dei Neet”

Fatto salvo quanto previsto al successivo art. 7) l’attività del borsista inizierà entro il mese di settembre 2015.

Art. 2

Per la partecipazione al concorso sono richiesti, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

  1. Diploma di Laurea Magistrale in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi ovvero in Psicologia ovvero in Scienze cognitive ovvero in Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua ovvero in Scienze pedagogiche ovvero in Statistica per la ricerca sperimentale oppure Diploma di Laurea Specialistica in Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali o Lauree specialistiche equipollenti conseguite secondo ordinamenti precedenti presso Università italiane o di titolo conseguito presso Università straniere riconosciuto equipollente alla laurea italiana in base ad accordi internazionali, posseduto alla data di scadenza del presente bando.

Qualora il titolo non sia già stato riconosciuto equipollente, sarà la Commissione giudicatrice a valutare l’equipollenza, ai soli fini della presente procedura di selezione. In questo caso i candidati devono allegare alla domanda di concorso i documenti utili a consentire alla Commissione giudicatrice la dichiarazione di equipollenza in parola, tradotti e legalizzati dalle competenti rappresentanze italiane del Paese di provenienza, secondo le norme vigenti in materia per l’ammissione di studenti stranieri ai corsi di laurea delle Università italiane.

  1. Documentata esperienza sul campo, ovvero esperienza pregressa con giovani, con didattiche alternative, narrative, autobiografiche.
  2. Documentata competenza metodologica nella ricerca educativa o competenza nella ricerca pedagogica sperimentale.
  3. Non aver superato il 40° anno di età alla data di scadenza del bando. 

Art. 3

Le domande di partecipazione al concorso, da redigere in carta libera, secondo l’allegato Mod. A, corredate dalla documentazione richiesta, dovranno essere indirizzate al Direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell’ Università degli Studi di Perugia e potranno essere presentate o fatte pervenire in plico unico alla Direzione del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione – Piazza Ermini n. 1 – 06123 Perugia, entro e non oltre 15 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando e comunque non oltre le ore 12:00 del 25 agosto 2015, pena l’esclusione dal concorso.

Non verranno prese in considerazione le istanze che perverranno oltre tale termine, ancorché spedite a mezzo posta entro il termine dei 15 giorni prima indicato. Pertanto farà fede solo il timbro di arrivo del protocollo del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

L’omessa apposizione della firma autografa a sottoscrizione della domanda è motivo di tassativa esclusione dal concorso.

Non verranno accettate domande presentate tramite fax o copie fotostatiche.

Il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione non assume alcuna responsabilità per eventuali disguidi nelle comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni della residenza e del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione stesso. 

Art. 4

Il candidato dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità:

  1. le proprie generalità, la data e il luogo di nascita, la cittadinanza, la residenza ed il recapito eletto agli effetti del concorso (specificando il codice di avviamento postale e, se possibile, il numero telefonico);
  2. l’area e il progetto per i quali intende concorrere;
  3. la laurea posseduta con l’indicazione della data e dell’Università ove è stata conseguita, nonché della votazione ottenuta;
  4. le competenze e esperienze richieste;
  5. di impegnarsi a non fruire di altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite per il periodo di fruizione della borsa;
  6. di impegnarsi a comunicare tempestivamente ogni eventuale cambiamento della propria residenza o del recapito indicato nella domanda di ammissione;
  7. di impegnarsi a compiere continuativamente attività di ricerca nell’ambito della struttura di riferimento del progetto o dove richiesto dalle attività di rilevazione.

Alla domanda gli aspiranti debbono allegare:

  1. a) certificato di laurea in carta libera, o autocertificazione mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione conformemente all’allegato Mod. C attestante il possesso del Diploma di laurea con la votazione finale;
  2. b) le pubblicazioni e gli eventuali altri titoli in unica copia; saranno valutati solo i titoli prodotti in originale o in copia dichiarata conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445 conformemente all’allegato Mod. B. Saranno, inoltre, valutati i titoli dichiarati, ai sensi dell’art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445, nella domanda di partecipazione al concorso o mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione, conformemente all’allegato Mod. C. Ai titoli redatti in lingua straniera, diversa dall’ inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana, certificata conforme al testo straniero, redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale oppure certificata conforme al testo straniero mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445, conformemente all’allegato Mod. B.
  3. c) elenco, in carta semplice, delle pubblicazioni e dei titoli presentati in allegato alla domanda;
  4. d) fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

Sull’involucro del plico dovranno risultare le indicazioni del nome, cognome e indirizzo del concorrente; il nome e il cognome del candidato dovranno essere presenti su ciascuno dei lavori presentati.

Non è consentito il riferimento a documenti e pubblicazioni già presentati in occasione di altri concorsi.

I titoli dovranno essere prodotti unitamente alla domanda entro il termine utile per la presentazione delle domande, pena la non valutazione. Non potranno essere presi in considerazione altri titoli presentati successivamente. 

Art. 5

Il concorso è per titoli e colloquio.

La Commissione è proposta del richiedente la borsa, e nominata con il presente Decreto, come di seguito:

  • Federico Batini (Presidente)
  • Rosario Salvato (membro)
  • ssa Alessia Bartolini (membro)
  • ssa Laura Arcangeli (membro supplente)
  • ssa Annalisa Morganti (membro supplente)

La Commissione dispone di un numero complessivo di 100 punti di cui 20 riservati ai titoli e 80 al colloquio.

La valutazione dei titoli, previa indicazione dei criteri, sarà effettuata dalla Commissione prima dello svolgimento del colloquio.

Per sostenere il colloquio i candidati dovranno essere muniti, con esclusione di altri, di uno dei seguenti documenti di riconoscimento non scaduto:

– carta di identità;

– patente di guida;

– passaporto;

– tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da una amministrazione dello Stato;

– altri documenti equipollenti ai sensi dell’art. 35 comma 2 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000.

Al termine dei lavori la Commissione formulerà la graduatoria degli idonei, intendendosi tali coloro che abbiano conseguito nel colloquio un punteggio non inferiore a 48/80. In base a tale graduatoria sarà attribuita la borsa di studio. A parità di merito verrà considerato quale titolo di preferenza la minore età.

Ai candidati utilmente collocati nella graduatoria verrà data comunicazione scritta dell’assegnazione della borsa di studio.

Essi, a pena di decadenza, dovranno presentare, entro il termine perentorio di 15 giorni dalla data di ricezione della predetta comunicazione:

  1. dichiarazione di accettazione della borsa di studio, secondo il modulo predisposto dall’ufficio;
  2. bollettino del versamento di Euro 12,50 da effettuarsi sul c/c postale n. 14853063 intestato a Università degli Studi di Perugia – Servizio Tesoreria, indicando come causale Assicurazione Responsabilità Civile verso Terzi – Assicurazione infortuni – Borsa studio attività di ricerca.

La mancata accettazione nel termine sopra indicato comporterà la decadenza del diritto alla borsa. La graduatoria rimarrà valida non oltre tre mesi dalla data di approvazione degli atti concorsuali. 

Art. 6

Le prove di esame verranno espletate il giorno 9 settembre 2015 alle ore 14,00 presso la Sede del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione Palazzo Florenzi – Piazza Ermini 1_ Perugia.

I candidati non riceveranno alcuna convocazione a domicilio.

Art. 7

L’attività di ricerca non potrà essere iniziata prima dell’emanazione del Decreto del Direttore del Dipartimento con il quale viene conferita la borsa. 

Art. 8

I borsisti hanno l’obbligo di compiere continuativamente attività di ricerca nell’ambito della Struttura prescelta, pena la decadenza della borsa.

La borsa di studio, di cui al presente bando, non può essere cumulata con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di formazione o di ricerca dei borsisti. La borsa di studio non dà luogo a trattamenti previdenziali né a valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche né a riconoscimenti automatici ai fini previdenziali.

Art. 9

Il pagamento della borsa è effettuato in rate mensili posticipate, salvo eventuale sospensione della borsa proposta dal Responsabile del progetto di ricerca per gravi inadempienze da parte del borsista nello svolgimento della propria attività o per assenze superiori a trenta giorni.

Art. 10

Il Consiglio di Dipartimento può disporre, previa apposita diffida, su proposta del Responsabile del Progetto di ricerca, la decadenza dal godimento della borsa, qualora il borsista non adempia agli impegni previsti nel presente decreto.

I candidati interessati dovranno provvedere, con eventuali oneri a loro carico, entro sei mesi dall’espletamento del concorso, al recupero dei titoli e delle eventuali pubblicazioni inviate al Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione della Università degli Studi di Perugia; trascorso tale periodo l’Amministrazione dipartimentale procederà all’eliminazione dei suddetti documenti dai propri archivi.

Art. 11

Eventuali differimenti dalla data di inizio o interruzioni nel periodo di godimento della borsa verranno consentiti ai vincitori che dimostrino di trovarsi nelle condizioni previste dalla Legge 30.12.1971 n. 1204 (tutela delle lavoratrici madri) a condizione che l’inizio dell’attività di ricerca sia fissato comunque entro il successivo anno accademico di cui all’art. 1. Coloro che si trovino nella predetta situazione sono tenuti ad esibire certificato medico nel quale dovranno essere indicati i periodi di astensione obbligatoria ai sensi della citata legge.

La documentazione potrà essere presentata anche mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445 conformemente all’allegato Mod. B. 

Art. 12

Ai sensi dell’art. 10, primo comma, della legge 31.12.1996, n. 675, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Università degli studi di Perugia per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata anche successivamente all’instaurarsi del rapporto di lavoro medesimo.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione pena l’esclusione dal concorso. 

Art. 13

Il presente bando di concorso viene pubblicato all’Albo on-line dell’Università degli Studi di Perugia e sul sito del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione lo stesso giorno della sua registrazione.

Per tutto quanto non previsto nel presente bando, valgono le disposizioni vigenti in materia.

Perugia, 07 agosto 2015

Il Direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione

f.to Prof. Angelo Capecci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...