GENERAZIONE H.P. (recensione di Matteo Trotto)

Nota: Ricevo da un’insegnante bravissima, una recensione molto particolare ad Harry Potter scritta da un suo giovanissimo ex allievo, Matteo Trotto (17 anni). Mi piace, molto. Chiedo autorizzazione, la ottengo, la pubblico. Grazie.

Criticato, odiato, disprezzato e infine classificato “libro per bambini”.
Come tutte le cose che hanno tanta popolarità, anche la saga scritta da “zia Row” ha spaccato in due i lettori: da un lato chi, a diciassette anni, aspetta ancora la sua personale lettera per Hogwarts, con tanto di gufo (come il sottoscritto); e chi, come scritto sopra, lo definisce “un libro per bambini”. Sono un lettore strano, pur avendo letto veramente tanti libri sono entrato in un libreria più o meno quattro volte, non mi piace leggere recensioni di libri né mi piace, e questo può sembrare strano, parlare con gente che legge; questo perchè la lettura è una delle cose più intime che ho e il mio modo di vedere un libro non si deve “contaminare” con altri pensieri. La gente che mi conosce non sa che passo il MIO tempo leggendo. Ma tornando a noi, l’ultima volta che sono entrato in una libreria, non trovavo la saga e allora ho pensato:
“Come può non esserci un libro così venduto in una libreria così grande?”
Per curiosità sono andato a chiedere ad una commessa il motivo per il quale non c’era, con la convinzione che le scorte fossero finite, e lei cosa mi dice?
“Mmmmh, guardi per Harry Potter deve andare nel reparto bambini, mi segua”
Praticamente era lì circondato da libri da colorare, libri in 3D e altri articoli per bambini. Come vi ho detto non frequento tanto le librerie ma spero che questo non succeda ovunque. La mia opinione può sembrare di parte, ma vi assicuro che di parte sono le persone, si presume adulte, che etichettano un libro in base all’argomento generale trattato, se un libro parla di magia allora sarà un libro per bambini. Trovo tutto questo molto superficiale, sopratutto perchè non si tiene conto dell’impatto che ha su chi lo legge. Siamo circondati da schifo, si accende la TV e si parla solo di soldi, sesso e parolacce: sono questi argomenti da adulti? Sono i libri erotici che devono finire nello scaffale dei libri per adulti?. Purtroppo siamo abituati a non dare senso alle cose, ma io trovo molto più senso e insegnamento in un libro di Geronimo Stilton che in un qualunque “50 sfumature di qualcosa” . Lo so queste sono opinioni personali e quindi non tutti mi appoggeranno, ma io credo che siamo tutti d’accordo sul fatto che più andiamo avanti e più valori importantissimi vanno perduti ed è per questo che dico: è da bambini un libro che ci insegna l’amicizia, la fedeltà, la lealtà? che ci insegna a lottare gli uni per gli altri, a lottare per quello in cui crediamo e a sacrificarci per le persone che amiamo? Ogni volta che rileggo la saga per me ha un sapore diverso, riesce ad essere uno specchio per me, la prima volta che l’ho letto vedevo una lotta tra bene e male; la seconda volta ho trovato riferimenti alla “seconda guerra mondiale” e alla fissazione con il purosangue; adesso vedo una lotta alla corruzione e vedo la forza dei pochi che riescono a ribaltare il mondo e che sono pronti a tutto per allontare un futuro triste e freddo dai loro figli, che è un pò quello che servirebbe oggi al mondo. Questo libro mi ha accompagnato per anni, e come me, ha accompagnato tanti altri ragazzi ed è per questo che a sentire alcune cose mi sento colpito in prima linea, però su una cosa hanno ragione: bisognerebbe iniziare a leggere la saga da piccoli e poi continuare nel tempo, e vi accorgerete che più il tempo passa e più nei libri troverete parole e pagine intere che prima non c’erano, emozioni e sensazione che prima non leggevate. Fosse per me toglierei la classificazione dei libri per fascia di età. “Chi sei tu per dirmi che non dovrei leggere Topolino perchè sono troppo grande?”. La cosa di cui sono felice è che ci sono milioni di persone che riescono a guardare oltre un numero che indica un’età consigliata.

Siamo un’intera generazione e un giorno saremo noi gli adulti, e, a quel punto, sarò molto fiero di rispolverare gli scaffali della mia libreria e ritrovare uno dei sette libri e attraversare di nuovo il passaggio per il binario nove e trequarti a King’s kross, montare sull’Hogwarts Express e tornare a casa.

Sam Ottor (Matteo Trotto)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sto leggendo e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a GENERAZIONE H.P. (recensione di Matteo Trotto)

  1. Gea ha detto:

    Hai completamente ragione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...