Educare i ragazzi, di Raewyn Connel

Gli storici e gli antropologi hanno dimostrato che non esiste un modello di mascolinità universale. In diversi periodi storici, ogni cultura costruisce la mascolinità in modo differente.
Ne consegue che, in società multiculturali come gli Stati Uniti, è probabile che vi siano contemporaneamente più definizioni di mascolinità. Le ricerche sociologiche mostrano che è così. Vi sono differenze fra latini e anglosassoni nell’esprimere la mascolinità, e il significato di questo termine è diverso nella vita della classe operaia e in quella borghese.
Particolarmente importante è che vi sono più tipi di mascolinità anche all’interno di ogni specifico ambiente culturale. È probabile che in un luogo di lavoro, un quartiere o gruppo di pari ci siano differenti modi di “fare” mascolinità. Nella classe media urbana, per esempio, ne esiste una versione organizzata sul valore del dominio e della “leadership”, accanto a un’altra focalizzata sulla competenza, che invece dà risalto alla professionalità e all’acquisizione di conoscenze tecniche.

Leggi tutto l’articolo su La Ricerca, clicca qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Appunti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...