Montesilvano: il laboratorio del 19 febbraio 2016

Dopo la grande adunata del 18 febbraio, davvero ricca di potenzialità, si è svolto ieri il Laboratorio sulla valutazione riflessiva e metacognitiva.

12734215_1145309738827268_7294411751133307502_n

Il programma è stato davvero intenso.

Abbiamo iniziato con una breve introduzione sul pomeriggio a cui ha fatto seguito un brainstorming a proposito dei significati attribuiti ai due termini “valutazione riflessiva” e “valutazione metacognitiva”. Dopo questo scambio abbiamo condiviso significati e obiettivi del nostro lavoro. Una lettura tratta da Il lottatore di Sumo che non diventava grosso di Eric Emmanuel Schmitt ha contribuito a “scaldarci”. Il tempo di una brevissima discussione e abbiamo svolto delle attività individuali che poi sono state socializzate. Un breve segmento frontale di approfondimento e l’attività è stata ripetuta. Abbiamo ritenuto poi di commentare anche il processo, cercando di comprendere come, in realtà, gli obiettivi di apprendimento comportino una logica diversa dal concetto di “unica prova” e, anzi, si raggiunge l’apprendimento proprio facendo ripetere prove che non sono state ben affrontate. Dopo questo confronto, infatti, abbiamo ripetuto l’attività individuale. A questo punto ci siamo soffermati su una lettura tratta da Giocatori di Don De Lillo. Abbiamo introdotto uno strumento per assegnare il turno di parola (il lancio di una palla)…e “imparato a contare”.

Un percorso metaforico proposto dal formatore: La Classe e Diario di scuola, percorso narrativo/riflessivo per la formazione degli insegnanti.

Riflessione, riflessività: chiarire i termini (clicca).

12733634_1145309745493934_5385602035803617705_n

Un intenso lavoro di gruppo è stato in grado di “sbozzare” ben sedici strumenti (quattro gruppi di lavoro) dedicati alla valutazione riflessiva dell’insegnante, alla valutazione metacognitiva dell’insegnante… e a favorire lo sviluppo di competenze riflessive e metacognitive nei bambini e ragazzi. Dopo il lavoro di gruppo abbiamo ascoltato Sotto Casa di Max Gazzé scambiandoci le interpretazioni e approfondendo il concetto di “punto di vista” e di “interpretazione”. Abbiamo socializzato gli strumenti prodotti assegnandoci un tempo massimo e poi abbiamo visto e commentato brevemente un video tratto dal film Matrix (la scena in cui Mio deve fare la scelta tra “pillola blu” e “pillola rossa”). Un breve confronto e poi le conclusioni. Non potevamo chiudere però senza una nuova lettura e ne abbiamo scelte due, una tratta da Il giovane Holden di Salinger e una da L’Ultima caccia di Joe Lansdale.

Consigli di lettura e libri per insegnanti? Clicca qui.

Si IMPARA MEGLIO SE…

Il portale delle competenze della Loescher.

Per approfondire: quali processi guidano la metacognizione?

Introduzione alla metacognizione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Appunti, TFA e altri percorsi (materiali) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...