Progetto Schola e ricevimento settimana 22-26 maggio

In questa settimana, in relazione al progetto Schola, saranno nostri ospiti i partner di un progetto europeo dal lunedì al venerdì compresi.

Il ricevimento è dunque possibile, ma in maniera irregolare, avremo degli spazi disponibili, in Dipartimento o altrove, tutta la settimana e dunque per urgenze o necessità è possibile trovarci (si consiglia di inviare prima mail o di avere disponibilità di tempo per attendere). I primi due giorni si svolgeranno in Dipartimento (tranne il martedì pomeriggio, dedicato alla visita al circolo LaAV e a una biblioteca), presso l’Aula Tesi. Il martedì mattina verrà presentata l’esperienza italiana, una classe del Liceo Pieralli, grazie ai volontari del Circolo LaAV di Perugia, ha fatto, dopo una preparazione adeguata (con gli insegnanti, con il circolo LaAV di Perugia, con un pediatra, con Michele Volpi, con il Dipartimento), un’esperienza di lettura ad alta voce per bambini, per anziani, per i coetanei… La classe coinvolta e una classe utilizzata come gruppo di controllo sono state testate su alcune dimensioni per verificare l’effetto dell’esperienza, attraverso strumenti standardizzati. Saranno presenti gli insegnanti, gli studenti, i volontari oltre ai partner europei e una delegazione del Cesvol. Chiunque sia interessato è benvenuto.

 Il progetto Schola mira a realizzare:

  1. uno strumento ed una metodologia per i professionisti (IO1) – gli insegnanti a scuola e gli educatori dell’extrascuola – che consenta loro di identificare e valutare le capacità e le competenze acquisite e/o da sviluppare da parte dei giovani attraverso il volontariato e, pertanto, per sostenere  il lavoro che attraverso il volontariato sia possibile fare tra i giovani in difficoltà a scuola o che hanno abbandonato l’esperienza scolastica. Questi strumenti dovrebbero permettere di identificare e valutare le competenze chiave per l’apprendimento permanente (UE, 2006), le competenze di base e quelle trasversali che i giovani che hanno difficoltà a scuola acquisiranno attraverso l’esperienza di volontariato. Le competenze rilevate saranno poi messe in relazione alle abilità e alle competenze richieste dai curricoli scolastici;
  2. un tutoraggio per i professionisti (IO2) in cui si combinino contenuti teorici e pratici: la conoscenza della dispersione scolastica (ESL) e le strategie disponibili per un approccio preventivo; la spiegazione dell’approccio necessario da parte degli educatori e dei diversi ruoli che possono svolgere; un glossario relativo ai diversi tipi di apprendimento (formale, non formale, informale), che supporti e semplifichi il lavoro svolto insieme sul campo da diversi profili (insegnanti all’interno della scuola e professionisti/volontari esterni alla scuola); il trasferimento dell’esperienza acquisita nel primo anno;
  3. un ebook finale (IO3) che costituirà il supporto pedagogico alla strategia Schola da diffondere tra le reti costruite nei 5 paesi e che sia in grado di raccogliere le valutazioni dei partecipanti.

Gli incontri si svolgeranno in inglese. Dal mercoledì al venerdì gli incontri si svolgeranno al Centro Umbrò la mattina e in visite il pomeriggio (tranne il giovedì, in cui si lavorerà tutto il giorno sugli strumenti e i processi definiti dal progetto).

Il programma della settimana per chi volesse seguirlo: Schola- Italian seminar- 22nd to 26th of May 2017

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...