Prevenire la dispersione…

Aggiornamento del profilo su researchgate.

Inserito nuovo contributo (2018): Prevenire l’abbandono scolastico con la didattica per competenze: un progetto evidence based.

 

Annunci
Pubblicato in Ricerca (materiali) | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Indicazioni nazionali e nuovi scenari

Appena uscito dal MIUR (22 febbraio 2018) il documento “Indicazioni nazionali e nuovi scenari”.

Il documento propone alle scuole una rilettura delle Indicazioni nazionali emanate nel 2012 ed entrate in vigore dall’anno scolastico 2013/2014 (sono il  punto di riferimento per la progettazione del curricolo da parte delle istituzioni scolastiche) attraverso la lente delle competenze di cittadinanza, di cui si propone il rilancio e il rafforzamento. Dalle lingue (quella madre e quelle straniere), al digitale, all’educazione alla sostenibilità, ai temi della Costituzione. Passando in maniera trasversale per le arti, la geografia, la storia, il pensiero matematico e computazionale. Questo anche in ragione delle novità che saranno introdotte nell’Esame finale del I ciclo in cui già da quest’anno si terrà maggiore conto, nel colloquio orale, delle competenze connesse alle attività svolte nell’ambito di Cittadinanza e Costituzione.

“Ci stiamo ritrovando, oggi, a riflettere sulle competenze e sulle conoscenze che ciascuno deve possedere per vivere, muoversi in modo attivo nella società, costruire una cultura della democrazia. Per partecipare con protagonismo alla vita del proprio Paese e del mondo – ha dichiarato la Ministra Valeria Fedeli -. Stiamo ragionando sulla questione in termini innovativi: guardiamo alle competenze quali processi dinamici, in evoluzione. Espressioni di valori, atteggiamenti, attitudini e conoscenze. Credo sia un punto di vista necessario e innovativo: una competenza non è acquisita una volta nella vita. Va aggiornata e approfondita, rinnovata ed esercitata all’interno delle comunità in cui viviamo. In questo processo di acquisizione di competenze, di costruzione di forme di cittadinanza attiva la filiera educativa riveste un ruolo di primo piano. La scuola è il luogo in cui le giovani e i giovani vengono educati al rispetto dei diritti degli altri, all’apertura nei confronti della diversità personale e culturale, al senso civico, all’equità, al senso di giustizia, alla conoscenza di sé e all’attitudine al dialogo e al confronto. Parlare di competenze di cittadinanza vuol dire anche rinnovata attenzione all’educazione linguistica, artistica, storica, geografica, al pensiero computazionale. Vuol dire offrire strumenti per affrontare il mondo globale”, ha concluso la Ministra.

Il documento presentato oggi non è una integrazione né una riscrittura delle Indicazioni nazionali. Non si tratta, si legge nel testo illustrato al MIUR, “di ‘aggiungere’ nuovi insegnamenti, ma di ricalibrare quelli esistenti”, rileggendo le Indicazioni del 2012, alla luce dei nuovi spunti offerti che guideranno le scuole nella predisposizione della loro offerta formativa, della loro progettazione. Il tema della cittadinanza viene affrontato come il “vero sfondo integratore e punto di riferimento di tutte le discipline che concorrono a definire il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione in una prospettiva verticale. Cittadinanza che riguarda tutte le grandi aree del sapere, sia per il contributo che possono offrire i singoli ambiti disciplinari, sia, e ancora di più, per le molteplici connessioni che le discipline hanno tra di loro”. Con riferimento, in particolare all’educazione al rispetto e alla cittadinanza consapevole, ad una più sicura padronanza delle competenze di base (comprese le competenze linguistiche e quelle digitali), all’incontro con saperi e discipline che rispondono all’esigenza di uno sviluppo orientato alla sostenibilità in tutte le sue dimensioni, con l’acquisizione dei contenuti dell’Agenda 2030.

Questi temi sono già presenti nel testo programmatico del 2012, che mantiene intatto il suo valore culturale, pedagogico e giuridico, ma richiedono ulteriori attenzioni e approfondimenti che vengono affidati alla ricerca e all’elaborazione curricolare delle scuole e degli insegnanti. Si tratta di dare, si legge nel testo presentato oggi, una ancor più concreta risposta all’istanza, già presente nelle Indicazioni nazionali, quando affermano che è “decisiva una nuova alleanza fra scienze, storia, discipline umanistiche, arti e tecnologia, in grado di delineare la prospettiva di un nuovo umanesimo.

Il documento sarà ora consegnato alle scuole, sarà messo alla ‘prova sul campo’, sarà oggetto di consultazione e confronto con le istituzioni scolastiche e la comunità scientifica nazionale per un eventuale intervento di regolazione sulle Indicazioni nazionali. La Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del MIUR assicurerà misure di accompagnamento avvalendosi della collaborazione del Comitato scientifico nazionale per Indicazioni. Saranno organizzati seminari nazionali su tre ambiti tematici: Cittadinanza e Costituzione, Cittadinanza digitale, Cittadinanza e sostenibilità. Saranno poi raccolte le esperienze più significative per costituire un archivio dinamico delle innovazioni metodologiche e didattiche, come base utile per alimentare la ricerca sul curricolo, la formazione in servizio e l’evoluzione delle Indicazioni.

Clicca qui per scaricare il documento integrale: clicca e leggi. 

Pubblicato in Appunti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ricevimento del 28 febbraio anticipato al 27

Carissimi studenti,

come già comunicato individualmente ai laureandi informo che per la prossima settimana il ricevimento è anticipato a MARTEDI’ 27 dalle 10 alle 12.

La settimana successiva riprenderà regolarmente il 07 marzo in orario 11-13.

Si ricorda che il 14 marzo il ricevimento sarà più breve per la concomitanza con il ciclo “i mercoledì della ricerca educativa” organizzati dal Gruppo di Ricerca di area educativa “Scienze Pedagogiche e Didattiche”. Il prossimo appuntamento è, infatti, il giorno 14 marzo, dalle 10,30 alle 12,00 con Vanessa Roghi che ci presenterà il suo “La Lettera sovversiva. Da Don Milani a De Mauro il potere della parola” (Laterza)

Articolo sul ciclo di incontri: clicca qui.

Pubblicato in Comunicazioni, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Bando concorso insegnanti secondarie primo e secondo grado abilitati

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi n. 14 del 16 febbraio, il bando di concorso  2018 per il reclutamento di docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado in possesso di abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso richiesta o di specializzazioni su sostegno per il grado di scuola prescelto.

Attenzione alle sintesi e alle informazioni distorte, per una miglior informazione si consiglia di leggere il testo del Bando.

Ecco il testo del:  Bando completo

Pubblicato in Comunicazioni, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Aggiornamenti al profilo researchGate

Aggiornamenti: nuove pubblicazioni scientifiche scaricabili gratuitamente a questo link.

In particolare, tra gli ultimi inserimenti (ma non solo):

  • Federico Batini, Marco Bartolucci, Maria Ermelinda De Carlo, Fight Dispersion Through Education: The Results of the First Cycle of the NoOut Project – November 2017; Mind Brain and Education 11(IV):201-212 – DOI 10.1111/mbe.12157 – clicca qui.
  • Federico Batini, Marco Bartolucci, La valutazione per favorire la motivazione, pp.119-135. In: Notti A. M. (a cura di), La funzione educativa della valutazione. Teoria e pratiche della valutazione educativa – ISBN:9788867605248. In VALUTARE – ISSN:2283-5806 vol. X, Lecce-Rovato, PensaMultimedia. – clicca qui
  •  Federico Batini  (2017), “L’entretien d’autobiographie raisonnée à l’Université”, in: Draperì, J.F. (sous la direction de), L’autobiographie raisonnée. Pratiques et usages, Presses de l’économie sociale, Valence, Repas. – clicca qui 
  • Batini Federico, Giusti Simone (a cura di, 2017), Empowerment delle persone e delle comunità, Lecce – Brescia, Pensa Multimedia. – clicca qui 
  • Batini F., Toti G., Bartolucci M., Neuropsychological benefits of a narrative cognitive training program for people living with dementia: A pilot study, June 2016, Dementia e Neuropsychologia 10(2):127-133, DOI 10.1590/S1980-5764-2016DN1002008 – clicca qui.
  

 

Pubblicato in Ricerca (materiali) | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Fino al 20 marzo: Master Orientamento Narrativo e prevenzione della dispersione scolastica

NOTA BENE

Sono stati riaperti fino al 20 marzo i termini per la presentazione delle domande di ammissione al Master di I livello in “Orientamento narrativo e prevenzione della dispersione scolastica” a.a. 2017/2018 – Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia.
Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina o contattaci: master.orientamentonarrativo@gmail.com

Ecco le informazioni, il bando, i moduli per iscriversi, trovi tutto qui (clicca).

Tutti i dettagli e le risposte alle vostre domande sul Master: clicca qui.

Diffondete la notizia ai potenziali interessati.

Pagina Facebook del Master: clicca qui.

Pubblicato in TFA e altri percorsi (materiali) | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dopo il seminario a Roma di oggi 23 gennaio 2018

Carissime/i,

per prima cosa voglio ringraziarvi per la partecipe attenzione di oggi.

Veniamo ai materiali.

La presentazione utilizzata oggi per introdurre alle competenze la si trova cliccando qui.

Oppure qui insieme a un altro set di slide introduttive: clicca qui.

I quaderni con la progettazione in unità delle sedici competenze di base: clicca qui per accedere.

Qui i percorsi realizzati nell’ambito del progetto NoOut per la primaria e la secondaria di primo grado con i volumetti completi scaricabili gratuitamente: Non ho paura. Asse Matematico; Non ho paura. Asse Linguistico- clicca qui per il download gratuito

Nell’ambito del progetto NoOut I  e II, finanziato dalla Fondazione CR di Firenze, abbiamo proposto una sperimentazione relativa all’asse matematico e all’asse linguistico affiancati, da operatori esperti (dell’associazione Pratika). Il progetto NoOut ha consentito la valutazione e validazione degli effetti cognitivi e in termini di agio/disagio delle UDA proposte. Qui si possono trovare l’introduzione metodologica al progetto e i risultati ottenuti dallo stesso progetto nel primo anno: clicca per vedere i materiali.

I materiali proposti (percorsi) sono dunque già testati e hanno mostrato di funzionare bene per produrre apprendimenti e miglioramenti cognitivi importanti.

Ai quaderni sulle sedici competenze di base o ai quaderni di Non ho paura, ci si può rifare per sperimentare, secondo le proprie esigenze e la programmazione/progettazione effettuata, in classe un’UDA, un’azione didattica o anche una singola attività. Per la sperimentazione vi chiedo di documentare il tutto con la maggiore attenzione possibile e verificare i risultati di apprendimento, se migliori o peggiori… domandandosi, criticamente, il perché. Segnare, inoltre, cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato.

Per chi volesse un’introduzione al tema più ordinato consiglio di leggere il testo: Insegnare e valutare per competenze. Il volume può essere sfogliato gratuitamente qui: sfoglia il pdf del Quaderno della Ricerca Loescher numero 31.

Pubblicato in TFA e altri percorsi (materiali) | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento